App

WeChat “sostituisce” gli operatori del settore alberghiero in Cina

Quale funzione svolge questa app negli smart hotel cinesi?

Già nel 2014 si era parlato dell’avvento degli smart hotel. Tuttavia, oggi, la novità risulta essere ancora più rilevante, in quanto allo smart hotel si affianca per la prima volta il riconoscimento facciale attraverso un’app: quella di WeChat. Si tratta di una possibilità che, praticamente, permette la sostituzione del personale, che sarebbe invece necessario utilizzare in un albergo di tipo tradizionale. In questa circostanza si può veramente affermare di trovarsi di fronte ad un vero e proprio albergo interattivo e tecnologicamente avanzato. Realmente “intelligente“.

I passi precedenti

È il 2014 quando fu inaugurata per la prima volta a Las Vegas una suite, che permetteva ai propri ospiti di controllare varie funzionalità comodamente dalla propria stanza. Ciò senza nessun bisogno di interazione umana specifica. Tutto dopo aver semplicemente scannerizzato un QR Code. La suite in questione si trova al César link hotel & Casino di Las Vegas. Questo ha rappresentato semplicemente il primo passo verso l’evoluzione sempre più specifica degli smart hotel. Evoluzione che oggi si è espressa attraverso uno smart hotel completo, e che molto probabilmente domani si esprimerà attraverso una diffusione costante e capillare di questa tipologia di realtà in tutto il mondo. Un altro precedente, che questa volta non riguarda il mondo alberghiero, implica il colosso Amazon. Ci stiamo riferendo ai supermercati senza casse e senza cassieri presso i quali è possibile rifornirsi negli Stati Uniti. Stiamo parlando degli Amazon Go. Anche qui si fa utilizzo di un app che permette il riconoscimento facciale, oltre che di un sistema di videocamere e sensori che riescono ad individuare la merce acquistata dai clienti. Per poi concludere velocemente con il calcolo del costo da sostenere. Costo che viene caricato ed addebitato direttamente sulla carta di credito del cliente riconosciuto. La carta in questione è la stessa che viene utilizzata anche per gli acquisti sul sito online di Amazon.

Il progetto di Shangai

L’idea nasce dalla collaborazione tra Tencent, proprietaria di WeChat, e InterContinental. Il risultato si è espresso attraverso l’apertura di uno smart hotel a Shanghai. La novità rivoluzionaria, ormai realtà da pochi giorni, consiste nella possibilità per i clienti di effettuare il check-in attraverso il riconoscimento facciale. In Cina infatti, quando si prenota un albergo è necessario esibire anche una foto tessera oltre che il documento di riconoscimento.
Per procedere al riconoscimento facciale basterà semplicemente utilizzare il proprio smartphone, esattamente come accade per numerose altre operazioni svolte quotidianamente. In pochissimi e semplicissimi passaggi tutto sarà risolto, e l’ospite potrà così recarsi presso la propria stanza con la card necessaria per aprire la porta d’ingresso. Ma non finisce qui, perché una volta raggiunta la propria stanza, saranno sempre modalità interattive a scandire e a caratterizzare le azioni che potranno essere compiute dagli ospiti. Tutto è interattivo, a partire dal servizio in camera, con la possibilità di ordinare le pietanze che più preferite. Fino ad arrivare ai pagamenti e alla possibilità di controllare anche l’illuminazione e il riscaldamento o l’areazione dell’ambiente. Risulta compresa anche la regolazione delle tende. Tutto in modalità tecnologica.

Gli ideatori del progetto

WeChat è un atto di creazione da parte della Tencent Holding, una società per azioni di investimento fondata nel 1998 da Zhang Zhidong e Ma Huateng. Le filiali di questa grande realtà societaria cinese garantiscono servizi di intrattenimento, di mass media, di internet e telefoni cellulari. WeChat è uno degli incredibili risultati frutto dell’ingegno e dell’impegno di questi ideatori. Non è altro che un app di messaggistica, esattamente come lo è in Italia e in Europa WhatsApp. La prima versione di WeChat è stata distribuita nel 2011. Essa attualmente rappresenta l’app di messaggistica più utilizzata in Cina, e risulta essere compatibile con dispositivi tra i quali Android, BlackBerry, iPhone e Windows Phone. InterContinental è invece uno dei gruppi più famosi di hotel nel mondo. Si tratta in particolare di una realtà societaria inglese.

La realtà in crescente diffusione degli smart hotel

Come abbiamo visto, si è partiti qualche anno fa e ci si sta evolvendo verso la sempre maggiore diffusione degli smart hotel e delle tecnologie connesse. Tuttavia quella di Shanghai sopra esposta non è l’unica realtà che può essere citata in proposito. Esistono infatti realtà in via di sviluppo e di evoluzione sempre in Cina. Un altro esempio è quello di una realtà nascente, attraverso la partnership di grandi operatori del mondo della tecnologia quali Baidu e Alibabà. Dove il primo investe attraverso i migliori diffusori intelligenti presenti sul mercato, mentre il secondo contribuisce con robot di livello superiore per questo settore di competenza, e con la tecnologia avanzata del riconoscimento facciale attraverso l’utilizzazione di app. Inoltre, Tencent non sembra avere intenzione di arrestarsi all’obiettivo raggiunto di Shanghai, in quanto pare abbia già firmato un accordo con Shangri-la. Molto probabilmente con lo scopo prevedibile e comprensibile di aprire realtà molto simili a quella della quale noi oggi abbiamo voluto darvi notizia con qualche dettaglio interessante.

 

Quanto é utile?
[Totale: 0 Media: 0]
Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close