Serie TV

Nightflyers: un prodotto “decente”

Nightflyers: bello, se vi piace il genere casa-stregata-nello-spazio

Un prodotto decente, ma niente di straordinario. Qualche botta di ispirazione qua e là, ma nulla di trascendentale. E soprattutto aver speso il nome di George R. R. Martin come autore del racconto da cui è stata tratta la serie sembra più una manovra pubblicitaria a buon mercato che un richiamo a qualcosa che abbia una sia pure vaga somiglianza con Game of Thrones.

Così, essenzialmente, la pensa il critico dell’Hollywood Reporter Daniel Fienberg su Nightflyers, la nuova serie di fantascienza di Syfy. Insomma, secondo lui Nightflyers è un prodotto che si lascia guardare, ma non è certo un capolavoro.

Scrive Fienberg, tra l’altro: “Syfy è stata svelta a sottolineare il collegamento con George R. R. Martin, proclamando che la storia è basata su un suo racconto dallo stesso titolo e che il creatore di Game of Thrones è anche produttore esecutivo della serie. Ma che dovrebbero aspettarsi i fan della saga del Trono di spade da una serie di fantascienza che è l’adattamento di un racconto del 1980 che fondamentalmente non ha niente in comune con A Song of Ice and Fire, che è centrata su Westeros, né in termini di genere, né di caratterizzazione o approccio? Difficile rispondere. Il nome di Martin è semplicemente un ‘gancio’ migliore del film dallo stesso titolo del 1987, che non ha visto quasi nessuno, o di un approccio che si limiti semplicemente a dire che se siete fan del genere casa-stregata-nello-spazio allora Nightflyers ne fa parte…”.

Quanto é utile?
[Totale: 0 Media: 0]

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close