Tecnologia

QubitTech, il mondo del computing quantistico per le criptovalute

In Italia arriva il calcolo quantistico

Grazie a QubitTech, un hedge fund quantitativo che ha come CEO Greg Limon, nome noto nel mondo delle criptovalute e co-fondatore e azionista di DigiMax Global con sede a Toronto, il mondo del calcolo quantistico applicato ai mercati finanziari è finalmente sbarcato in Italia.

Prima di parlare però di come QubitTech possa essere un’ottima opportunità di investimento e di guadagno per chi si dedica al mondo delle criptovalute, è necessario spendere qualche parola in più su questo settore e sul computing quantistico. Il settore dell’informatica quantistica, infatti è in continua crescita e gli esperti della famosa società di consulenza McKinsey stimano che il giro di affari potrebbe superare i 65 miliardi di dollari entro il 2030.

Che cos’è il calcolo quantistico?

qubitTech

Il computing quantistico è diverso dal sistema binario che utilizza il bit come unità di informazione che, appunto, può assumere solo due valori, 0 o 1. I qubit (abbreviazione di “quantum bit”) sono caratterizzati da un’informazione più ricca che può comprendere quattro valori in una volta sola, che possono aumentare se viene processata una quantità maggiore di informazioni. I computer che utilizzano i sistemi di calcolo quantistico, quindi, sono estremamente veloci e performanti. Ad esempio, possono risolvere equazioni e calcoli molto complessi che richiederebbero oltre 10mila anni in soli 200 secondi.

Il calcolo quantistico è già noto nel mondo dei Big Data, ma la sua applicazione all’ambito finanziario costituisce una vera e propria rivoluzione.

Tuttavia, non è tutto oro quel che luccica perché, dietro a queste performance così brillanti, ci sono alcune difficoltà. Ad esempio, il dover disporre di un sistema costosissimo per processare i qubit che devono essere isolati con metalli particolari. In pratica, solo alcuni dei più grandi colossi hi-tech o centri di ricerca specializzati possono permettersi il computing quantistico.

L’arrivo di QuibtTech in Italia

Dopo i grandi operatori del settore finanziario, come Goldman Sachs, RBS e Citigroup, che hanno utilizzato i sistemi di calcolo quantistico per le strategie di trading, previsioni finanziarie e simulazioni di mercato, questa tecnologia è sbarcata anche in Italia grazie a QuibitTech.

La mission di questa realtà aziendale che ha alle spalle l’expertise di un gruppo di specialisti nella gestione patrimoniale basata su algoritmi, è quella di portare le potenzialità del calcolo quantistico a chi opera con le criptovalute.

Se il progetto sembra estremamente ambizioso, bisogna saper però che QuibitTech, attiva in 13 Paesi con oltre 150mila utenti attivi, è guidata da Greg Limon, che ha condotto due IPO di successo, partecipato a numerosi progetti di venture ed ha raccolto oltre 2 milioni di fondi per dar vita a varie start-up che hanno conquistato il mercato.

Il punto di forza di QubitTech, che basa il suo sistema di calcolo quantistico sulle tecnologie di IBM, e quello che quindi può offrire ai suoi utenti, è la possibilità di processare in un modo nuovo ed efficiente i dati di mercato, superando di gran lunga le tecniche di analisi tradizionali che spesso non sono sufficienti nel risolvere i problemi dei mercati finanziari. Gli algoritmi quantistici della piattaforma QubitTech permette di analizzare i dati riducendo anche il tempo necessario.

Quanto é utile?
[Totale: 0 Media: 0]
Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close