Tecnologia

Le migliori fotocamere per l’escursionismo

Dalle punta e scatta alle mirrorless, fino alle reflex leggere

L’escursionismo e i viaggi con lo zaino in spalla richiedono una fotocamera leggera e resistente, ma anche in grado di catturare immagini eccezionali.

A seconda del budget, le opzioni abbondano in diverse categorie, dalle punta e scatta alle mirrorless compatte fino alle reflex digitali full-frame. Non è eccessivamente difficile mantenere la fotocamera protetta dagli elementi con una semplice borsa asciutta (meglio se in una bustina di plastica sigillata ermeticamente), ma le fotocamere a tenuta stagna sono disponibili sia nelle categorie low budget che nelle fotocamere mirrorless di fascia alta e DSLR.

Fotocamere rugged

Le fotocamere rugged, o tough, sono pensate per resistere alle condizioni più estreme: impermeabili, resistenti alla polvere, a prova di gelo o indeformabili. Con questi modelli non devi più preoccuparti della fotocamera, ma è anche vero che sono costosi e i componenti interni (il sensore di immagine in particolare) sono spesso al livello di una punta e scatta.

Le fotocamere robuste sono l’ideale per le attività con esposizione agli elementi come surf, rafting, sci o arrampicata su roccia. Per le escursioni, è preferibile portare una fotocamera dalle prestazioni più elevate, a costi inferiori, e proteggerla all’interno di un piccolo sacco impermeabile (o anche di una borsa Ziploc o due).

Se invece punti ad una tough camera, una buona opzione è l’Olympus Tough TG-5. Questa fotocamera è impermeabile fino a 50 piedi, antipolvere e può resistere a temperature rigidissime. Inoltre, ha una bella gamma di zoom da 25-100 mm, molto più ampia di altre fotocamere della categoria che generalmente partono da un minimo di 28mm, insieme a un’apertura massima f / 2.0, molto rispettabile per scattare in condizioni di luce scarsa e nelle profondità marine. Il rovescio della medaglia: i punti deboli del TG-5 sono il suo piccolo sensore di immagine e il prezzo elevato. Puoi trovare prestazioni e valore migliori con le punta e scatta qui sotto, ma le fotocamere tough ti offrono il lusso di non doverti preoccupare della tua attrezzatura.

Fotocamere punta e scatta

Per escursionisti e fotografi dilettanti, le fotocamere punta e scatta sono l’ideale per tenere ilo zaino leggero e catturare immagini di qualità. È difficile abbinare la qualità dell’immagine di una fotocamera mirrorless o DSLR, ma la qualità di queste compatte continua a migliorare con sensori di immagine più grandi, più megapixel e più funzioni. Sono anche le fotocamere più leggere ed economiche sul mercato.

La serie leggera, economica e dall’ottima qualità non può non essere la RX di Sony. L’ultima versione, la Sony RX100 VI è semplicemente una delle migliori compatte sul mercato. Con un sensore molto grande, un obiettivo Carl Zeiss di alta qualità, video 4K e funzionalità RAW, è un’opzione eccellente, anche se costosa, per gli escursionisti. Per coloro che desiderano risparmiare, l’originale Sony RX100 è sempre di buon livello. Non ha un mirino elettronico, video 4K o Wi-Fi integrato, ma è molto simile alla RX100 VI in termini di qualità dell’immagine e meno della metà del prezzo. Tieni presente che l’RX100 ha una gamma di zoom diversa a 28-100mm invece dei 24-200mm della Mark VI.

Un’altra punta e scatta molto intrigante, ma meno nota, è la Ricoh GR II. Notevole è il suo grande sensore di immagine APS-C, delle stesse dimensioni della maggior parte delle reflex digitali (i fotografi veterani sanno che il sensore è molto più importante dei megapixel nella produzione di immagini eccezionali). Questa Ricoh GR II ha una lente a lunghezza focale fissa (senza zoom) equivalente a 28 mm su una fotocamera 35 mm, ideale per escursioni e all’aperto. E la ciliegina sulla torta: la GR II è stata molto svalutata in quanto soppiantata da altri modelli. Un buon numero di fotografi professionisti del paesaggio si affidano a questa fotocamera per l’escursionismo e con buone ragioni.

Fotocamere mirrorless

Le fotocamere mirrorless offrono sensori di immagini simili a quelli delle reflex digitali con il vantaggio della compattezza: sono più grandi delle compatte ma più piccole dei reflex digitali. Questa è un’opzione intrigante per gli escursionisti che vogliono foto di livello professionale senza appesantire il bagaglio. Molti fotografi professionisti hanno fatto il passaggio a mirrorless, anche per via delle dimensioni ridotte e del peso inferiore, ma tieni presente che il costo di queste fotocamere è simile a una reflex digitale, se non leggermente superiore.

Sony è ancora leader nel mercato delle fotocamere mirrorless e la nostra prima scelta per gli escursionisti è la Sony Alpha a6300. La a6300 ha un sensore di immagine APS-C che supera di gran lunga qualsiasi punta e scatta (se non reflex) ed è più leggera e compatta di una DSLR. E’ dotata di un mirino elettronico e schermo touch, è tropicalizzata, ma l’obiettivo del kit 16-50mm non è molto impressionante (dovrai spendere di più per obiettivi di qualità), tuttavia il suo sensore produce immagini di altissima qualità.

Un’altra opzione in questa linea è la nuova Sony Alpha a6500, che aggiunge stabilizzazione dell’immagine nel corpo, ma a circa 700 euro in più. Per un uso esterno, preferiamo risparmiare con la a6300 o con la vecchia Sony Alpha a6000 , che attualmente è in vendita con uno sconto significativo. Tuttavia tieni a mente che la a6000 non è protetta dagli agenti atmosferici, non riprende in 4k ed ha un autofocus leggermente più lento.

Per la straordinaria qualità dell’immagine e la protezione dagli elementi, ci piace l’Olympus OM-D E-M5 Mark II. Sì, è il top della gamma di Olympus – ed è davvero una fantastica fotocamera – ma per le escursioni non abbiamo bisogno della velocità o del video 4K (per non parlare del cartellino del prezzo). Il sensore Micro Quattro Terzi ha una stabilizzazione dell’immagine integrata e un corpo resistente agli agenti atmosferici.Con un budget minore, l’ OM-D E-M10 Mark II non è tropicalizzata ma ha lo stesso sensore di immagine della più costosa E-M5 Mark II. Entrambe fanno parte della famiglia Micro Four Thirds, che offre la più ampia varietà di opzioni di obiettivi di qualsiasi tipo di fotocamera mirrorless.

Un’altra opzione mirrorless molto valida per la fotografia all’aperto è la Fujifilm X-T2. Con le fotocamere Fujifilm si ottiene la migliore resa cromatica sul mercato e l’X-T2 è davvero completa: spara immagini fantastiche, è tropicalizzata e ha un aspetto più classico rispetto alle offerte di marchi come Sony. E per l’escursionismo e lo zaino in spalla, la Fujifilm X-T20 è una versione ridotta dell’X-T2 che pesa meno di 400 grammi solo per il corpo. Ancora una volta, la versione economica non è sigillata a prova di agenti atmosferici, ma la qualità dell’immagine è molto simile.

Salendo di fascia nella scala mirrorless, c’è l’impressionante serie a7 di Sony. Queste eleganti fotocamere mirrorless full-frame offrono qualità d’immagine di livello professionale in configurazioni leggere, tant’è che molti professionisti di alto livello le hanno scelte per la paesaggistica. A guidare la classifica è la nuova Sony a7RIII, che presenta un sensore di immagine retroilluminato da 42,4 megapixel, funzionalità touchscree, autofocus velocissimo, capacità video 4K e stabilizzazione dell’immagine integrata. Inoltre, la tenuta e l’ergonomia della fotocamera sono state migliorate rispetto alla precedente a7R, con l’aggiunta di un supporto rinforzato in grado di gestire obiettivi più grandi. Se il denaro non fosse un problema, l’a7R II sarebbe la scelta migliore in assoluto.

Fotocamere Reflex

Le fotocamere reflex digitali sono i modelli più pesanti ed ingombranti, ma hanno anche i componenti migliori e la più ampia gamma di obiettivi. Sicuramente stai facendo un sacrificio nella scelta di una reflex digitale per le escursioni in termini di peso e volume, ma potrebbe valerne la pena per la qualità dell’immagine e l’utilizzo in altri contesti.

Per le reflex digitali entry-level, sia Nikon che Canon offrono modelli leggeri in grado di competere con le mirrorless. La Nikon D3400 da 24,2 megapixel pesa 400 grammi solo per il corpo della fotocamera e l’obiettivo del kit VR II da 18-55 mm è piuttosto compatto. Da Canon, la Rebel SL2 è una delle reflex digitali più piccole e leggere mai realizzate, con un peso di 300 grammi senza obiettivo. Nessuno dei due modelli è tropicalizzato, ma entrambi offrono un’eccellente qualità dell’immagine e d una facile funzionalità. Un passo avanti rispetto a queste fotocamere è la Nikon D5500 e la Canon Rebel T7i, Che offrono di più in termini di funzionalità, ma costano anche di più. Vale la pena notare che Pentax produce una serie di reflex digitali entry-level con impermeabilità agli agenti atmosferici, che è unica nel settore. Pentax K-S2 è un’opzione a prezzi ragionevoli, sebbene pesi quasi 700 grammi e le opzioni dell’obiettivo sono inferiori a quelle disponibili per Canon o Nikon.

Nella categoria “prosumer” o appassionato delle DSLR citiamo la Nikon D7200la fotocamera in formato APS-C leader di Nikon che, rispetto alle più economiche reflex Nikon come la D3400, scatta più velocemente, ha una messa a fuoco automatica più avanzata, prestazioni migliori in condizioni di scarsa luminosità ed è tropicalizzata. La principale fotocamera Canon di formato APS-C è la Canon 7D Mark II da 20,2 megapixel, una fotocamera eccezionale a pieno titolo. Rispetto alla Nikon D7200, la 7D Mark II è più pesante ma vanta il miglior autofocus e la ripresa più veloce di qualsiasi reflex digitale. 

Per chi vuole che la qualità delle immagini sia all’altezza dei professionisti, le reflex digitali a pieno formato sono il fiore all’occhiello. Progettate per attrarre una base più ampia di consumatori, è emersa una nuova classe di reflex digitali “low budget” a tutto tondo, tra cui la Nikon D750 e la Canon 6D Mark II. Entrambe sono tropicalizzati e offrono un’eccellente qualità dell’immagine a prezzi relativamente bassi per le fotocamere full-frame. Ancora una volta, il peso non è indifferente, ma nel complesso sono delle telecamere eccezionali.

Due delle migliori fotocamere full-frame al mondo sono la Nikon D850 e la Canon 5D Mark IV. La Nikon D850 vince in megapixel (45,7 contro 30,4 su Mark IV), ma la differenza non diventerà evidente a meno che non si stiano facendo grandi stampe. Per le escursioni, entrambe le fotocamere sono piuttosto pesanti anche senza obiettivi o una borsa fotografica, ma molti di coloro che desiderano una qualità delle immagini top-of-the-line sono disposti a portare il peso in più. Abbiamo portato questo tipo di fotocamere full-frame molte volte durante le escursioni e le gite con lo zaino in spalla, ma siamo passati a opzioni mirrorless full-frame leggermente più leggere come la Sony a7RII.

In termini di risoluzione per la fotografia, Canon ha fatto un enorme passo avanti con il rilascio della Canon 5DS R. Impressionante la risoluzione da 50,6 megapixel, che supera la 5D Mark IV di 20,2 megapixel e supera la Nikon D850 di 4,9 megapixel. I videomaker dovrebbero tenere a mente che questa fotocamera è stata progettata principalmente per la fotografia senza funzioni video come prese per cuffie o un’uscita HDMI. È anche pesante per i nostri gusti con i suoi 930 grammi, anche se è più leggera della Nikon D850. A parte questi problemi, la 5DS R produrrà le foto a più alta risoluzione di qualsiasi reflex digitale sul mercato.

Quanto é utile?
[Totale: 1 Media: 2]
Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close