Notizie

Gioacchino Fittipaldi e “Il boschetto alla rovescia”

Ecco di cosa parla il singolo del cantautore lucano

Gioacchino Fittipaldi è un cantautore lucano che si è fatto conoscere al pubblico già durante gli anni del conservatorio quando iniziava a scrivere le prime canzoni e a esibirsi in piazze e locali come solista, con la sua voce e la chitarra armonica.

La passione per la musica di Gioacchino Fittipaldi è stata ereditata dal papà e dalla mamma. Oggi, dopo un percorso artistico e personale che ha portato questo cantautore a collaborare con alcuni big del settore, tra cui M. Locasciulli, Zulù dei 99 posse e Checco Zalone, solo per citarne alcuni, e a salire sui più prestigiosi palchi italiani, tra cui quello del Pollino Music Festival 2012 e di Turista Protagonista, kermesse itinerante che ha toccato 13 città italiane, Gioacchino Fittipaldi ha realizzato un nuovo singolo.

Si tratta del brano “Il boschetto alla rovescia”, in collaborazione con Lorenzo Sebastiani, Andrea Morelli, Alex Reeves, Marco Dirani, accompagnato dal videoclip realizzato con la regia di Giuseppe Marco Albano, Premio David di Donatello. Questo singolo, prodotto subito dopo il primo lockdown, ha un significato profondo e tratta il tema della violenza sulle donne e la pedofilia.

“Il boschetto alla rovescia”, di cosa parla il nuovo singolo di Gioacchino Fittipaldi

gioacchino fittipaldi cantautore

Il testo del brano “Il boschetto alla rovescia” nasce con l’obiettivo di realizzare qualcosa dal significato serio e di valore sociale, ma che fosse espresso in modo semplice e comprensibile. La tematica trattata da questa canzone è quella della pedofilia e della violenza sulle donne, ma viene raccontata trasformandola in una fiaba rock.

Infatti, Gioacchino Fittipaldi ama raccontare le sue storie in modo diverso e a volte leggero, anche se il tema è importante “perché tutti hanno bisogno di sorridere e sognare”. Con questo singolo, infatti, il cantautore di San Severino Lucano vuole sovvertire quelli che sono gli stereotipi del buono e del cattivo ispirandosi alla storia di Cappuccetto rosso e del Lupo che viene rivisitata.

Ad esempio, il cacciatore abbandona il fucile, ma è armato di una “fionda caricata con dei cioccolatini” per conquistare, appunto i più piccoli. Oltre alla pedofilia, si parla anche di violenza sulle donne e, ancora una volta, Gioacchino Fittipaldi lo fa in modo originale. Infatti, nel testo si ritrovano chiari riferimenti, come la frase “trova la mammina nel letto” accompagnati dalla domanda “Cos’è quel rosso vicino alla mammina???”.

Nel videoclip de “Il boschetto alla rovescia” il protagonista è Gioacchino Fittipaldi accompagnato dalla ballerina professionista Alessia Rea.

La Musica di Gioacchino Fittipaldi

La musica di Gioacchino Fittipaldi è frutto di anni d’intenso studio, di ascolto, di sperimentazione e composizione, ma anche di ogni esperienza personale che ha influenzato la vita di questo artista e la sua creatività.  A contribuire al suo modo di fare musica è stato anche l’ascolto dei suoi artisti preferiti, come i Pink Floyd, i Dire Straits, i Metallica e  di molti cantautori italiani, tra cui De Andre, Guccini e De Gregori che per anni sono stati la sua fonte d’ispirazione.

Per Gioacchino Fittipaldi la musica è sempre stata una forma di libertà e la maturità artistica che ha raggiunto gli consente di spaziare tra i diversi generi musicali dando vita a uno stile originale e del tutto personale.

Gioacchino Fittipaldi sui social

YouTube 

Facebook 

Kleisma

 

Quanto é utile?
[Totale: 1 Media: 5]
Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close