Fotocamere

Le novità Canon per il 2019

A seguito del suo ingresso nel mondo delle mirrorless, sembra che Canon abbia in serbo ulteriori sorprese per l’anno nuovo. 

La Canon EOS R è stata un passo nella giusta direzione per alcuni e vano tentativo di raggiungere Sony per molti altri. 

Tuttavia, le voci che si susseguono negli ultimi mesi sembrano promettenti per il 2019. A novembre, è stato suggerito che due modelli EOS R saranno annunciati nel prossimo anno, e ora sembra possibile che uno di essi possa presentare un sensore con più di 75 megapixel. Si spera che questa sia una prospettiva più realistica rispetto ai 120 megapixel che le voci suggerivano nel 2015.

Secondo Canon Rumors, saranno annunciati due nuovi corpi mirrorless: il primo sarà più una fotocamera di consumo con specifiche che lo collocano sotto la EOS R, il secondo sarà una versione professionale che arriverà a metà anno. Alcuni si chiederanno senza dubbio come Canon possa produrre una fotocamera con specifiche più basse rispetto alla EOS R. Tuttavia, se Canon vuole cercare di contrastare il predominio Sony sul mercato delle fotocamere mirrorless in Giappone, forse una entry-level è l’opzione più intelligente.

Più recentemente abbiamo scoperto che Canon sta lavorando sulla stabilizzazione dell’immagine nel corpo a 5 assi (IBIS). Per lungo tempo Canon ha affermato che la stabilizzazione sarebbe stata solo parte integrante dei suoi obiettivi, e non del corpo macchina, ma le ultime dichiarazioni fanno presagire il contrario. Un membro del team di sviluppo di Canon ha dichiarato a The New Camera che l’IBIS era assente nella EOS R rilasciata di recente a causa di problemi di surriscaldamento. Come nota anche il sito Web, i brevetti possono richiedere un anno o più per essere messi in pratica, quindi sarà tutto da vedere nel 2019.

Con le Olimpiadi che avranno luogo a Tokyo nel 2020, c’è la forte possibilità che i nuovi prodotti Canon siano orientati verso un focus sulla fotografia sportiva, e per questo motivo, più slot per schede di memoria e una velocità di burst veloce sembrano una priorità più urgente rispetto ad un sensore ad altissima risoluzione.  

Oltre alle domande sui suoi modelli mirrorless, ci sono speculazioni su quando Canon rilascerà la EOS 6D Mark III. Il Mark II non ha ottenuto una grande accoglienza (scarsa gamma dinamica e un sistema autofocus datato), ma il suo successore non dovrebbe arrivare sugli scaffali fino all’inizio del 2020. Avrà lo stesso sensore della 5D Mark IV? Canon risolverà la velocità di burst terribilmente lenta? Oppure le distrazioni mirrorless significheranno che Canon spingerà le sue risorse di sviluppo – e quindi i clienti – verso la nuova serie di fotocamere EOS R?

Se possiamo prendere una cosa per certa dalle voci, è che il prossimo anno promette di essere un anno interessante per l’azienda, che vedrà il suo ingresso nel mercato mirrorless e lo sviluppo di prodotti che entusiasmano i suoi clienti.

Quanto é utile?
[Totale: 2 Media: 5]
Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close