Fotocamere

Le migliori full frame da comprare nel 2018

Da Nikon a Canon, da Sony a Leica

Le fotocamere full-frame sono la scelta migliore per un professionista: hanno i sensori più grandi, un maggior numero di megapixel e degli obiettivi che sono semplicemente ineguagliabili. Oltre alle DSLR, che hanno dominato a lungo il mercato, la popolare serie a7 di fotocamere mirrorless full-frame di Sony è più leggera e compatta, e Nikon e Canon hanno recentemente seguito l’esempio.

Abbiamo quindi selezionato i migliori modelli da acquistare nel 2018, da quelli di fascia alta fino a quelli acquistabili con budget minori.

Sony Alpha a7R III 

Con l’uscita della A7RIII, la Sony ha nettamente sbaragliato la concorrenza. Oltre 42,4 megapixel di risoluzione, per una qualità audio e video inarrivabile, stabilizzazione incorporata, scatto a raffica da 10 fps al secondo, video 4k e autofocus  veloce con funzionalità touch. Inoltre, Sony ha più che raddoppiato la durata della batteria con la nuova FZ100, che era il tallone d’Achille del modello precedente. Possiamo dire che con questi ultimi modelli la Sony abbia colmato il divario tra reflex e mirrorless.

La A7RIII è ricca di funzioni, facile da usare, e la gamma di obiettivi FE di Sony sta diventando molto competitiva, senza contare le lenti prodotte da terze parti. Uno dei motivi principali per scegliere una DSLR come la Nikon D850 è il mirino ottico: molti professionisti non riescono a immaginare di ricorrere ad un mirino elettronico, e questo è un vero ostacolo da superare.

Ma, date le prestazioni, la mirrorless a7R III è la nostra prima scelta. Per coloro che cercano di risparmiare, l’a7III (senza “R”) costa 1.000 euro in meno e ha molte delle stesse caratteristiche ma con 24.2 megapixel.

Nikon D850  

Tra le migliori reflex full frame, non possiamo che citare la Nikon D850. In poche parole, questa fotocamera batte la Canon 5D Mark IV di seguito nelle categorie più rilevanti. Per nominarne una manciata, la D850 ha un’incredibile risoluzione di 45,7 megapixel contro 30,4 sulla 5D Mark IV, autofocus superiore, velocità di buffering più elevate, schermo LCD a risoluzione più elevata e durata della batteria significativamente più lunga. La 5D Mark IV ha un peso leggermente inferiore e dispone di un GPS integrato, ma dato che entrambe le fotocamere hanno un prezzo simile, noi preferiamo la D850.

Per i professionisti che usano la fotocamera ogni giorno, il mirino ottico della D850 è spesso un fattore decisivo. E mentre Sony ha migliorato notevolmente le capacità di messa a fuoco automatica delle proprie fotocamere, la D850 è ancora superiore in questo senso. Detto questo, tutti i segnali indicano che le mirrorless saranno una parte importante del futuro della fotografia, tanto che Nikon ha appena rilasciato due fotocamere mirrorless full-frame: la Z6 e la Z7.

Canon EOS 6D Mark II 

L’anno scorso, Canon ha rilasciato la 6D Mark II, che offre notevoli miglioramenti rispetto al suo predecessore pur rimanendo ben al di sotto della soglia di 2.000 euro. Rispetto al modello precedente, presenta una risoluzione di 26,2 megapixel, un sistema di messa a fuoco automatica più avanzato, riprese più veloci e funzionalità touchscreen sul display LCD posteriore.

Il più grande concorrente della Canon 6D Mark II è la Nikon D750. Entrambi hanno risoluzioni simili (la 6D Mark II è leggermente migliore in questo senso con 2 megapixel in più) e velocità di burst (6,5 fotogrammi al secondo), ma la Canon è più moderna con il suo touchscreen, connettività Bluetooth e NFC e processore più recente.

Canon EOS 5D Mark IV 

La 5D Mark IV è la reflex digitale full-frame leader di Canon. Questa famosa fotocamera ha grandi miglioramenti rispetto alla precedente 5D Mark III, tra cui una risoluzione a 30,4 megapixel, video 4K e una velocità di burst più rapida a 7 fotogrammi al secondo. Un vantaggio notevole nell’utilizzare una fotocamera Canon di livello professionale è l’incredibile resa cromatica e le tonalità della pelle per cui il marchio è noto. Per tutti, dai fotografi professionisti agli appassionati, la 5D continua ad essere una delle migliori reflex digitali sul mercato.

La Canon 5D Mark IV, tuttavia, è in molti modi superata dalla Nikon D850. Come descritto sopra, la Nikon vince nella maggior parte delle categorie che contano: ha più megapixel, autofocus superiore, un set di funzioni più moderno ed entrambe le fotocamere hanno un prezzo simile. Dato che la maggior parte dei professionisti sceglie una marca e la tiene con sé (non è facile o economico cambiare un’intera collezione di obiettivi), la 5D Mark IV è più che sufficiente per la maggior parte delle persone. E, giunta giusto in tempo per le festività natalizie del 2018, la tanto attesa EOS R di Canon è stata soprannominata la versione mirrorless della 5D Mark IV, che ne rappresenta sicuramente uno sviluppo entusiasmante.

Sony Alpha a7 III ($ 1,998)

Questa fotocamera incorpora molte funzioni della popolare A7RIII di cui sopra, inclusa una velocità di burst veloce di 10 fotogrammi al secondo, 4K funzionalità video e batteria FZ100 che raddoppiano il numero di foto che puoi scattare rispetto alla vecchia A7 II. Per la fotografia d’azione la A7III si rivela anche superiore alla A7RIII: è meglio a questo proposito scattare con 693 punti di autofocus rispetto ai 399 della A7R III. E a poco meno di 20.000 euro, è un modo ragionevole per accedere alla gamma di fotocamere full-frame di Sony senza sacrificare una tonnellata di prestazioni.

Quali sono le carenze della Sony A7III? In particolare, la fotocamera ha un sensore da 24 megapixel, che rappresenta un notevole calo rispetto ai 42,4 megapixel della a7RIII. Tuttavia, per molte persone, e in particolare per i non professionisti, che non ingrandiranno le loro stampe in proporzioni epiche, questa è una soluzione comoda per ricreare immagini e video eccezionali. E l’aspetto positivo sul fronte foto è che l’elaborazione delle foto sarà più veloce in quanto il computer non sarà rallentato da file di grandi dimensioni. Tutto sommato, simile alla Canon 6D Mark II alla Nikon D750, l’A7III rappresenta tutto ciò che si può avere da una full frame.

Nikon D750  

Nikon ha avuto un inizio difficile con la sua linea DSLR full frame “economica”: sia la Nikon D610 che la D600 avevano problemi di bug dei sensori che erano difficili da superare. La buona notizia è che la D750 è il vero affare e uno dei migliori acquisti in questa lista. Per meno di 1.500 euro, si può avere un sensore di immagine full-frame con risoluzione da 24 megapixel, buona tenuta del tempo e velocità di scatto ragionevolmente elevate a 6,5 ​​fotogrammi al secondo. Nonostante sia stata rilasciata nel lontano 2014, rientra comunque tra le scelte del 2018. In poche parole, è più che sufficiente per molte persone a un prezzo molto ragionevole.

L’azienda si è certamente concentrata sul suo nuovo sistema mirrorless full-frame, inclusa la Z7, ma la D750 non manca di funzionalità importanti che le persone si aspettano nel 2018. Ad esempio, la fotocamera non ha alcuna stabilizzazione dell’immagine, funzionalità touchscreen e non filma video 4K. Ma le caratteristiche fondamentali ci sono, inclusa una grande qualità d’immagine per il prezzo e l’accesso alla vasta gamma Nikon di obiettivi full-frame.

Canon EOS 5DS R 

Nella corsa alla full-frame più completa, Canon ha fatto un grande passo in avanti con la sua 5DS R. L’aspetto più impressionante è la risoluzione da 50,6 megapixel, che supera la 5D Mark IV di 20,2 megapixel e supera anche la Nikon D850 e Sony A7RIII. Vale la pena notare che questa fotocamera vince la tendenza “tuttofare” ed è progettata principalmente per la fotografia senza caratteristiche video-centriche come prese per cuffie o un’uscita HDMI. Si tratta di una fotocamera fenomenale per fotografi professionisti di paesaggi e ritratti che non necessitano della velocità o della capacità video delle altre fotocamere full-frame sopra.

Tuttavia, ci sono alcuni aspetti negativi da considerare qui, e la 5DS R potrebbe non essere così ideale come suggeriscono i suoi 50,6 megapixel. Per iniziare, non ha affatto la stessa gamma dinamica di una fotocamera come la Sony A7RIII. Considerando anche i 5 fps, non è nemmeno troppo veloce come action camera. Ma se sei un fotografo che ha bisogno del massimo della risoluzione, questo è il modello che fa per te.

Nikon Z7 

Nikon ha da poco lanciato le sue nuove fotocamere mirrorless full-frame Z7 e Z6. La Z7 è il modello a più alta risoluzione delle due, dotata di un sensore di immagine da 45,7 megapixel, stabilizzazione dell’immagine in-body, video 4K e quasi tutte le altre funzionalità avanzate che ci si aspetterebbe da una nuova fotocamera a questo prezzo. In molti modi, la Z7 è molto simile alla Sony A7RIII ma con un LCD posteriore migliore e un autofocus leggermente inferiore. Per coloro che cercano di risparmiare, la Z6 è il fratello con minor risoluzione con un sensore da 24 megapixel, ma vanta una migliore sensibilità ISO.

Confrontando la Nikon Z7 e la famosa Sony A7RIII, forse la più grande differenza è la selezione delle lenti. I primi tre obiettivi Z di Nikon ricordano l’ingresso di Sony nel mercato mirrorless full frame: un tris di lenti buone ma non eccezionali, con aperture massime limitate: 24-70 mm f / 4, 50 mm f / 1,8 e 35 mm f /1.8. Nikon ha rilasciato un’impressionante tabella di marcia degli obiettivi con attacco Z, che inizia a colmare le lacune nel corso dei prossimi due anni, ma al momento si tratta di un sistema abbastanza limitato. Non ci sono vere opzioni grandangolari, per esempio, né uno zoom teleobiettivo disponibile.

Pentax K-1 Mark II 

La Pentax ha un grande seguito tra i fotografi all’aperto che apprezzano la tenuta e la resistenza nel tempo. All’inizio di quest’anno, Pentax ha rilasciato la K-1 Mark II, che è stato uno degli sviluppi più interessanti nel mercato full-frame. La fotocamera offre ora una modalità di spostamento dei pixel avanzata. Essenzialmente, puoi scattare a mano libera e unire quattro immagini in un file ad altissima risoluzione. Non funziona perfettamente e alcuni ancora consigliano di utilizzare un treppiede con spostamento dei pixel, ma è un progresso eccitante.

Una delle più grandi lamentele sull’originale K-1 era il cattivo tracciamento dell’autofocus. Mentre Mark II è un passo avanti e l’autofocus è considerevolmente più affidabile, è ancora in ritardo rispetto alla concorrenza e non è troppo consigliabile se stai cercando di scattare oggetti in rapido movimento.

Sfortunatamente, Pentax include la riduzione automatica del rumore ad alti ISO, che riduce anche la qualità dell’immagine. Entrambi questi aspetti parlano del vero utilizzo previsto di K-1 Mark II: una robusta videocamera da paesaggio pensata per essere utilizzata su un treppiede.

MP Leica 

La Leica MP va oltre il budget disponibile della maggior parte dei consumatori, ma tutto considerato, è una delle migliori fotocamere del pianeta. Se usato correttamente, questo telemetro è più piccolo e scatta fotografie che sono alla pari o migliori di qualsiasi altra fotocamera a pieno formato. Leica produce anche alcuni degli obiettivi più veloci e di alta qualità, una grande ragione per cui i fotografi ultra-perspicaci amano il marchio.

Nonostante la sua impressionante qualità d’immagine, la sensazione di un ritorno al passato e le dimensioni compatte, ci sono alcuni aspetti negativi nell’MP. La fotocamera ha una gamma ISO molto limitata che si estende solo fino a 6400, il che significa che ha una sensibilità luminosa inferiore rispetto ad una Sony A7RIII, che va fino a 32000 su auto o 102400 estesa. Inoltre, il tempo più veloce per scattare con questa fotocamera è di 3 fotogrammi al secondo, che rende l’azione quasi impossibile da catturare.

Infine, la fotocamera presenta una messa a fuoco manuale con telemetro, che allontanerà la maggior parte dei fotografi che non hanno familiarità con questa tecnologia vecchia scuola. Per la maggior parte dei fotografi, una Leica è costosa e non molto pratica. Ma per chi può permetterselo e desidera un telemetro, la precisione e le lenti Leica non hanno rivali.

Nikon Df

La Nikon Df è una DSLR full-frame in metallo che presta particolare attenzione ai comandi manuali. Impressionante, la Df è la fotocamera full-frame più leggera di Nikon al di fuori della nuova Z7, ha lo stesso sensore di immagine della D4 di fascia alta ed è completamente compatibile con la vasta gamma di obiettivi FX di Nikon. E amiamo il design classico, che ricorda Fujifilm.

La Df rimane una fotocamera speciale per una serie di motivi. Innanzitutto, ha una risoluzione inferiore rispetto ad altre fotocamere Nikon a 16,2 megapixel. In secondo luogo, la Df è costosa a quasi 3,000 euro (per fare un confronto, la D750 costa 1.000 euro in meno ma chiaramente vince per le sue specifiche specifiche).

Leica SL

Alcuni anni fa, Leica pubblicò la SL, che rappresentò la loro prima incursione nel sistema mirrorless del marchio tedesco. Sulla carta, la SL è impressionante: un sensore di immagine full-frame da 24 megapixel, video 4K, un mirino elettronico ad altissima risoluzione e una velocità di burst veloce di 11 fotogrammi al secondo (per il confronto, a7R III scatta 10 fotogrammi per secondo). Presenta inoltre un elegante display LCD montato in alto.

Sony A7

La serie mirrorless A7 di Sony è senz’altro una delle linee full-frame più leggere e compatte sul mercato. Ma come puoi vedere dai modelli piuttosto costosi già citati, sono fuori dalla portata di molti consumatori. Per questo motivo, abbiamo incluso l’ormai indimenticabile Sony A7, che sta attualmente è in vendita per un prezzo inferiore ai 1.200 euro con un obiettivo kit 28-70mm. E’ di gran lunga più economica di qualsiasi altra macchina fotografica presente in questa lista e, sebbene possa essere superata, è un valido punto di partenza per le persone che desiderano entrare nella fotografia full-frame ad un prezzo accessibile.

Cosa sacrifichi andando con la più vecchia generazione A7? L’ultima Sony A7III ha una stabilizzazione dell’immagine integrata, che è davvero una bella caratteristica, insieme a un autofocus migliore e un corpo in lega di magnesio migliorato che dovrebbe resistere meglio rispetto ai materiali compositi utilizzati qui. La A7 scatta anche relativamente lentamente a 5 fotogrammi al secondo e utilizza le batterie vecchie di Sony, che non hanno mai spiccato per durata. Ma per il prezzo, questa fotocamera permette l’accesso al sistema full-frame Sony per meno di 1.200 euro.

Quanto é utile?
[Totale: 0 Media: 0]
Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close