NotizieSmartphoneSonyTecnologia

Sony mobile tenuta in vita da PlayStation

La divisione smartphone e tablet di Sony in perdita. Ricavi importanti invece per le altre divisioni, soprattutto quella gaming.

La sezione mobile di Sony arranca e continua a dimostrarsi un vero e proprio peso morto per l’economia del colosso giapponese, ma le perdite causate dalla produzione di smartphone vengono ammortizzate dai ricavi delle altre divisioni. Il colosso della tecnologia giapponese ha recentemente pubblicato il report finanziario delle varie divisioni operative: il report evidenzia un netto passivo degli utili della divisione mobile, operante nel settore degli smartphone e dei tablet, con una diminuzione delle entrate di circa $480 milioni. Questo calo nei ricavi rispetta e persino supera le aspettative della stessa compagnia, che aveva previsto un calo superiore ai $100 milioni per l’anno fiscale in corso. Il settore gaming di Sony, e quindi tutto ciò che riguarda i marchi PlayStation, frutta alla compagnia un utile attivo di $317 milioni in più rispetto al Q2 del 2017.

Sebbene in totale i ricavi di Sony ammontino a circa un miliardo di dollari dell’attuale anno fiscale, c’è comunque un problema di fondo nella gestione del mercato mobile ormai ultra competitivo. Mentre la competizione del settore gaming può ridursi alla disputa tra Microsoft e Sony per la supremazia delle rispettive console, non si può affermare altrettanto per il mercato di smartphone e tablet che vede l’azienda giapponese ricoprire un ruolo di nicchia. L’utente medio ha a disposizione una vastissima scelta di modelli e marche di smartphone tra cui scegliere, e per ogni fascia di prezzo esistono competitor di tutti i tipi, è necessario dunque sbaragliare la concorrenza per aggiudicarsi una fetta di mercato per la determinata fascia di prezzo. Quest’ultimo anno ha sancito l’incoronazione di Huawei come secondo grande produttore di smartphone e tablet nel mondo: la compagnia cinese infatti sta ha spodestato Apple per il secondo posto e gioca ormai ad armi pari non solo con l’azienda di Cupertino, ma anche con il colosso koreano Samsung.

Non ci sono ad oggi dichiarazioni ufficiali riguardanti la chiusura della divisione mobile di Sony, ma resta comunque chiaro che la produzione non profittevole di smartphone non potrà continuare per sempre. La compagnia giapponese adesso dovrà rimescolare le carte in tavola, proponendo un cambiamento di rotta o un ridimensionamento necessario, in un mercato che raggiunge sempre più la saturazione e in cui poche compagnie ormai si spartiscono una fetta di sempre più ampia, lasciando solo le briciole ai pesci piccoli del settore.

Quanto é utile?
[Totale: 0 Media: 0]

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close