Google

Mobile Friendly: Google attiva Pixel Slate

Gli utenti Mobile sono sempre di più: questa la risposta di Google

Mobile Friendly: Google decide di svoltare su Chromebook e su tablet usando il nuovo sistema Pixel Slate. Ecco perché e di cosa si tratta.

I problemi da Chromebook e da tablet

Molti utenti con un Chromebook, ma anche solo con un tablet o con un iPad, hanno difficoltà a usare i siti online. Perché? Sono ancora pochissimi quelli Mobile Friendly. Quindi, quando un utente va a toccare, succede il finimondo nella maggior parte dei siti.

Il risultato è che gli utenti scappano via dal sito e aumenta la frequenza di rimbalzo. In più, alla fine si smette di usare il dispositivo di Google, perché non si riesce a usare niente. Peccato che la colpa non sia di Google.

Infatti, già con gli ultimi aggiornamenti SEO, la società di Mountain View ha dato molta importanza ai siti Mobile Friendly, andando a far perdere posizioni i siti che non lo sono. La novità tecnologica, però, sembra stenti ad arrivare.

Per evitare che gli utenti alla fine lascino perdere i prodotti di Google, la multinazionale americana è corsa ai ripari, creando il Pixel Slate.

Pixel Slate by Google: cosa fa

Si tratta di una funzione che si potrà selezionare sul tablet e su Chromebook. Quando ci sarà un sito che non funziona, si troverà un link da toccare: “Mostra la versione per tablet”. In questo modo, ci penserà Google a ottimizzare il sito in modo che sia Mobile Friendly.

Questa novità per Google è una via di mezzo. Ovvero, la società vuole che i siti abbiano il tempo di organizzarsi, ma anche che gli utenti non lascino i propri dispositivi.

La novità dovrebbe arrivare con il prossimo aggiornamento di Chrome OS. Di conseguenza, gli utenti non dovranno fare nulla per averla. Quando servirà l’aggiornamento, il tablet si riavvierà e si scaricherà tutto il pacchetto da solo, basta avere una connessione a Internet in quel momento.

Dato che sugli aggiornamenti la mole dei dati non è uno scherzo, conviene avere una rete fissa e non a consumo per ottenere il Chromebook perfetto.

L’iniziativa favorirà anche le entrate dei siti, se si pensa che la prima affiliazione che si utilizza è proprio quella di Google, Adsense. Il consiglio, quindi, è di provvedere a ottimizzare il proprio sito in chiave Mobile Friendly se non è stato già fatto.

Conclusione

Naturalmente, non è chiaro quando ci sarà effettivamente l’aggiornamento. Non c’è una data certa. Google, però, ha annunciato direttamente la nuova funzione, quindi non si tratta di leak o di supposizioni.

L’attenzione verso il Mobile non è importante solo per chi ha un tablet, ma soprattutto per chi ha un dispositivo mobile, come uno smartphone. Tantissimi utenti lamentano che i siti sono troppo pesanti o ingestibili con il touch.

Alcune app, come quella di Facebook, invece, anche se riescono a essere touch, sono troppo pesanti per la memoria del dispositivo. Anche la velocità e i colori contano. Infatti, un sito si deve caricare velocemente e avere dei colori precisi, in modo da non confondere l’utente.

In più, avere un colore piuttosto che un altro aiuta per il risparmio energetico della batteria. Tutte queste attenzioni fanno la differenza ed è ora che anche chi gestisce un sito online si renda conto che la battaglia SEO si gioca anche su questo.

Non resta che vedere quando Pixel Slate arriverà in Italia e se i siti italiani si saranno organizzati nel frattempo. La battaglia Mobile riguarda anche le nuove generazioni, che si stanno via via allontanando da Facebook in favore di qualcosa di più semplice da usare. Cosa ne pensi di questa opportunità? Ti piacerebbe averla sul tuo tablet Android?

Foto: Android Police

Quanto é utile?
[Totale: 0 Media: 0]

Annarita

Copywriter freelance, scrive di tecnologia da parecchio tempo. Adora il mondo Android, open source e open fun!

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close