Fotocamere

Vale la pena acquistare la Sony a6000 nel 2018?

La a6000 è stata per lungo tempo la fotocamera di punta di casa Sony, e a tutt’oggi è una delle più acquistate. Ma ne vale la pena acquistarla nel 2018? Con una risoluzione di 24 megapixel, una scatto continuo di 11 fps e un peso inferiore a un chilo, è difficile non amare questo piccolo gioiellino. Ma ci sono alcuni piccoli problemi che dovresti sapere.

Se stai pensando di passare a mirrorless, la Sony Alpha 6000 ha molto da offrire. Grazie alle sue specifiche, è in grado di competere contro Fujifilm X-T20, Lumix GH5 e Olympus OM-D E-M10 Mark III. Ma ad un prezzo che è decisamente più affrontabile sia per i principianti che per i professionisti.

È onestamente difficile trovare queste funzionalità a un prezzo così conveniente, specie se si pensa di puntare all’usato.

Ma questo non significa che non ci siano alcuni piccoli fattori che potrebbero influenzare la tua decisione. Diamo un’occhiata più approfondita al Sony Alpha 6000 e vediamo cosa ha da offrire rispetto ad altre famose fotocamere mirrorless sul mercato.

Le specifiche della Sony A6000:

Risoluzione: 24,3 MP
Tipo fotocamera: mirrorless
Processore: processore d’immagine BIONZ X
ISO: 100-25600 (espandibile a 51200)
Apertura massima: f / 3,5 – 5,6
Apertura minima: f / 22 – F32
Sistema di messa a fuoco: AF ibrida rapida
Punti di messa a fuoco: 179 punti di rilevamento di fase e 25 punti di rilevamento del contrasto
Velocità di scatto continuo: 11 fotogrammi al secondo
Risoluzione video: Riprese video Full HD fino a 1080p @ 60 fps
Tipo di obiettivo: Sony E-mount
Durata della batteria: 310 scatti sul mirino e 360 ​​in tempo reale visualizza
Wi-Fi: Sì con capacità NFC

Qualità d’immagine

Con un sensore da 24,3 MP puoi catturare immagini incredibili, dai colori ricchi e vibranti e splendidamente dettagliate. E i 179 punti di messa a fuoco ti consentono di catturare immagini nitide senza perdere l’attimo grazie alla velocità dell’autofocus.

Anche se devi prestare attenzione al rumore quando ricorri agli iso più alti (diciamo che fino a ISO 6400 la grana è piacevole), fortunatamente, l’A6000 è dotata di un’eccellente riduzione del rumore integrata. Se si scatta a livelli ISO più elevati, è possibile utilizzare la modalità di riduzione disturbo multi-frame (MFNR). In questa modalità, la fotocamera riprende automaticamente più immagini in sequenza, le combina, riduce il rumore e le produce come un’unica immagine. Spesso con meno rumore e un’immagine più nitida. Questa modalità è utile soprattutto in situazioni di scarsa illuminazione.

L’A6000 offre un’eccellente qualità dell’immagine e una straordinaria gamma dinamica. Soprattutto a ISO bassi. Inoltre, con il down-sampling e la riduzione del rumore, puoi ottenere risultati davvero impressionanti con ISO 3200-6400.

Nel complesso, la qualità dell’immagine della Sony A6000 (soprattutto in forza del prezzo) non ha precedenti.

Le raffiche da 11 fps

La A6000 consente di scattare in modalità burst fino a 11 fps. Scatto a 21 fotogrammi RAW continui o 49 fotogrammi di JPEG fine. Quindi è ottimo per chi si dedica alla fotografia sportiva o ha bisogno di una macchina incredibilmente veloce.

Se stai riprendendo soggetti in movimento, metti l’a6000 nella modalità “high” e tieni premuto il pulsante di scatto. Sembra una piccola mitragliatrice. È veloce e molto divertente.

Inoltre, con l‘AF Lock-on, puoi seguire i tuoi soggetti in movimento. Rendendolo una scelta eccellente per ritratti di sport e fauna selvatica.

Mirino OLED

Una delle caratteristiche più interessanti da apprezzare sulla A6000 è il mirino OLED, che consente di visualizzare in anteprima gli effetti delle varie impostazioni della fotocamera prima di scattare la foto.

È vera e proprio rivoluzione rispetto ai mirini delle reflex, in cui non si visualizzava l’anteprima dell’esposizione. Cambia completamente il modo di fotografare. Ed è molto divertente poter vedere in anteprima le impostazioni manuali prima di scattare le foto. Permettendoti di regolare lo scatto in tempo reale e correggere eventuali errori.

Ottimo per i principianti che stanno imparando a scattare anche in manuale.

Video HD

La A6000 può produrre video incredibili. Soprattutto in questa fascia di prezzo. Registra a 1080p. per 60 fotogrammi al secondo.

Ma qualcosa è stato tralasciato, come ad esempio un microfono esterno, essenziale per poter avere un audio di alta qualità. Quindi se stai cercando una fotocamera per produrre principalmente video, questo è un aspetto che devi tenere in considerazione. In questo caso, dai un’occhiata alla A6300 o alla A6500, che produce video 4K e ha un microfono incorporato.

Funzionalità Wi-Fi

L’A6000 presenta un hotspot integrato nel menù app per comunicare con lo smartphone. Ciò consente di trasferire rapidamente e facilmente le foto sul telefono, inviare anteprime ad un cliente o condividere le tue immagini sui social media.

Tuttavia, tieni presente che il Wi-Fi può anche esaurire la batteria abbastanza rapidamente. Perché la fotocamera è costantemente alla ricerca di dispositivi wi-fi nelle vicinanze.

La soluzione semplice è quella di attivare la modalità aereo. Quando è necessario inviare foto o utilizzare un otturatore remoto, è possibile disattivare la modalità aereo.

Ma mentre non è in uso, attiva la Modalità aereo per risparmiare sulla durata della batteria.

Le app

Sulla Sony A6000 è possibile installare delle app scaricabili dal sito Sony, con cui è possibile ottenere decine e decine di effetti. Alcune sono a pagamento, come ad esempio quelle che permettono la lunga esposizione, l’esposizione multipla, gli star trails, altre sono gratuite, come quella che permette lo scatto remoto intelligente. La A6000 può essere infatti collegata con il proprio smartphone, e controllata con l’app Play Memories, che permette il controllo di tutti i parametri tramite telefono.

Durata della batteria

Uno dei compromessi tra le fotocamere mirrorless e le reflex digitali è che la durata della batteria è nettamente inferiore nelle prime. In media, la Sony A6000 richiede 310 scatti sul mirino e 360 ​​in live view prima di dover sostituire la batteria. In questo caso, si possono utilizzare anche batterie di terze parti, ma la Sony A6000 offre anche la possibilità di essere ricaricata tramite cavetto USB.

Ma ci sono anche alcuni modi per risparmiare sulla durata della batteria, come ad esempio disattivare il wi-fi e il live view. È inoltre possibile risparmiare la durata della batteria disattivando la pre-messa a fuoco automatica (nel menu sotto le impostazioni). Questo impedisce alla fotocamera di provare a mettere a fuoco automaticamente prima di averne bisogno.

Stabilizzazione

L’Alpha 6000 non ha la stabilizzazione dell’immagine integrata nella fotocamera, come nei modelli successivi, ma molte delle lenti disponibili per APS-C sono stabilizzati, lo stesso 16-50 mm fornito nel kit è tra questi.

Questo perché probabilmente hanno voluto risparmiare sulla stabilizzazione per mantenere una fotocamera leggera e poco ingombrante con cui è facile viaggiare.

Le lenti

Oltre alle tantissime lenti native E-mount disponibili ormai per APS-C, e a quelle dei produttori di terze parti che stanno allargando il parco ottico, il tiraggio della Sony A6000 permette anche di montare lenti Nikon, Canon, Fuji e addirittura lenti vintage.

Basta infatti acquistare un adattatore da collegare alla lente. Ce ne sono tantissimi su Amazon, anche a 10 euro. Va ricordato però che con quelli economici si perdono gli automatismi (quindi l’autofocus e le varie modalità di priorità), quindi è necessario scattare in manuale.

Considerazioni

La Sony A6000 è ancora una fotocamera incredibile (nel 2018) ad una frazione del costo di molte delle sue controparti. È un’ottima scelta sia per i principianti che per i professionisti. Per i neofiti è una buona macchina fotografica su cui imparare, soprattutto con il mirino elettronico che ci mostra l’esposizione in tempo reale. Ai professionisti garantisce invece delle immagini di altissimo livello, specie se abbinate a lenti di fascia pro.

Inoltre, è molto più leggera rispetto ai suoi predecessori DSLR. Anche quando monti un’altra lente che non sia il kit sulla a6000, è difficile superare un chilo di peso. E portare in giro una grande borsa fotografica con gli obiettivi tutto il giorno non è divertente.

Questa fotocamera in effetti ti libera dagli ingombri per permetterti di esprimerti al massimo.

Ha dei piccoli problemi? Sicuro. Ma a questo prezzo e a questo livello di qualità è veramente difficile trovare di meglio.

Quanto é utile?
[Totale: 0 Media: 0]

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close