Streaming

Come utilizzare Kodi: guida completa

Kodi è un media center disponibile per qualsiasi sistema operativo: Windows, Mac, Linux, Android o iOS. Si può installare gratuitamente. È diventato uno dei programmi più richiesti dagli utenti amanti dello streaming. È un programma flessibile, semplice da utilizzare. È un progetto libero e open source. Permette agli utenti di riprodurre e visualizzare la maggior parte di video, musica, podcast e altri file multimediali digitali da supporti di archiviazione locali e di rete e Internet. Kodi si può scaricare dal sito ufficiale a questo indirizzo: https://kodi.tv.

Prima di eseguire il download, cliccare sul simbolo del sistema operativo di interesse. Dopo averlo scaricato e installato, è necessario procedere alla sua configurazione. Il primo avvio potrebbe mostrare la versione in inglese, ma è compatibile anche con la lingua italiana, quindi basterà selezionarla. Ecco come: per cambiare la lingua fare click sull’icona a forma di ingranaggio in alto a sinistra, nella barra laterale. Non appena si sarà aperto il menu delle impostazioni andrà selezionato il percorso Interface Setting, poi Regional, quindi Language e qui selezionare sulla voce Italiano. Da questo momento Kodi sarà in italiano.

Come inserire i contenuti nel media center Kodi

Visto che Kodi è un media center occorrerà richiedere l’accesso alle cartelle multimediali presenti sul dispositivo. Questo per poter caricare le sue sezioni contenuti. Se il contenuto è un file musicale, basterà aprire la sezione Musica, inserisci file e il gioco è fatto. Se invece si hanno delle foto basterà aprire la sezione Immagini, poi su Inserisci file. Se si vogliono indicizzare dei film in Kodi, si dovrà aprire il programma, selezionare la sezione Film e fare un click su Inserisci File. Dopo che si sarà aperta la finestra, bisognerà selezionare il percorso File e poi su Aggiungi video. Quindi per aggiungere le cartelle selezionare la scritta “Nessuno” e poi cliccare sulla cartella Esplora. Spostarsi poi nella nuova finestra nel percorso della cartella utente o nella cartella dove in precedenza è stato salvato il film. Dopo aver aggiunto la prima cartella fare click su Ok per tornare alla scheramata di selezione cartelle, se se ne vogliono aggiungere altre, basterà cliccare sul tasto Aggiungi che si trova nella parte laterale.

In basso, premendo su Ok, si aprirà la finestra per l’indicizzazione di Kodi, in modo da ottenere dei contenuti completi di copertina e informazioni. Film, serie tv e musica possono infatti essere indicizzati recuperando le informazioni da Internet attraverso degli add-on già attivi in Kodi. Incaso di film, servirà selezionare in Questa directory contiene la voce film.

Dopo aver scelto un provider informazioni, per esempio The Movie Database, aprire la voce Impostazioni che si trova sotto, in modo da poter cambiare la lingua ai contenuti da indicizzare. Se non si effettua questo passaggio i film mostreranno locandine, trama ed informazioni in inglese. Dopo aver finito la configurazione premere sul tasto Ok e di nuovo su Ok. Dopo apparirà la finestra di conferma per incominciare ad indicizzare i contenuti.

Dare a questo punto la conferma sul tasto Si per iniziare ad indicizzare i contenuti su Kodi. La procedura appena descritta può essere ripetuta per indicizzare altri film, per indicizzare le puntate delle serie TV e per indicizzare la musica, naturalmente cambiano solo i provider. Da ricordare: selezionare sempre le impostazioni provider d’informazione su italiano, in modo che i contenuti saranno indicizzati nelle lingua corretta.

l’interfaccia. Fonte immagine: Google Play

Come aggiungere una risorsa di Rete

Se si ha un NAS collegato al router o modem oppure un server FTP in cui si conservano tutti i film e le serie tv, se è stata condivisa una cartella su Windows rendendola pubblica, allora Kodi è l’ideale soprattutto se installato su un TV Box, proprio perché può indicizzare i contenuti che sono presenti su Internet.

A questo punto, se si desidera aggiungere una risorsa di rete, basterà fare click su Inserisci sezione File, se la sezione è vuota, come fatto in precedenza oppure fare click sulla categoria nella barra di sinistra e fare click sui puntini in alto, poi di nuovo pigiare sui puntini in alto ed infine portarsi sino al percorso File e Aggiungi video. Si aprirà una schermata e qui si dovrà cliccare su Esplora. La scelta si dovrà fare qui in base alla risorsa di rete utilizzata.  Ecco di seguito il riepilogo dettagliato:

  • Se la cartella è stata condivisa da Windows o se il server dati supporta SMB o Samba, allora si potrà fare click su Condivisione di Windows (SMB).
  • Se si utilizza un NAS, un server DLNA o un qualsiasi altro tipo di media server si può utilizzare anche la voce UPnP
  • Se il server dati è Linux allora si può utilizzare anche NFS o SMB.
  • Se si utilizza un percorso specifico o se si ha un server FTP allora si dovrà utilizzare la voce Aggiunti percorso di rete per inserire manualmente l’IP, la porta e la cartella condivisa a cui Kodi dovrà accedere. Quindi cliccare su ok per terminare.

Come gestire e aggiungere add-on

Un’altra grande caratteristica di Kodi sono gli add-on. Si tratta di piccoli programmi in grado di estendere le funzionalità di Kodi in ogni ambito. Di default Kodi ha degli add-on molto utili, quali l’add-on Meteo, al quale si può accedere dall’interfaccia principale.

Per gestirli o per aggiungerne di nuovi, basta cliccare sulla sezione Add-on, che si trova nella barra laterale sinistra.  Quindi su Inserisci browser Add-on e in questo modo si apre la schermata di gestione.  Ecco in dettaglio il menu che si aprirà:

  • I miei add-on che mostra tutti gli add-on presenti nel programma
  • Aggiornati di recente sono gli add-on che sono stati aggiornati in modo automatico di recente
  • Installa da repository permette di aggiungere una risorsa Web dalla quale poter prendere add-on non presenti in Kodi o non aggiornati
  • Installa da un file zip permette di aggiungere un add-on scaricandolo manualmente (in formato ZIP) dal Web.
  • Cerca invece aprirà il motore di ricerca per tutti quegli add-on che non sono stati installati su Kodi.

 

Se si vogliono aggiungere funzionalità al programma, il consiglio è quello di utilizzare add-on e i repository che possono essere trovati sulla Rete cercando su Google la voce Add-on Kodi.

Quanto é utile?
[Totale: 0 Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close