YouTube

YouTube: 5 miliardi di download sul Play Store

Il traguardo include anche chi lo ha preinstallato

YouTube conquista i 5 miliardi di download sul Play Store! L’annuncio ufficiale di Google non c’è, ma il numero si vede nella pagina dell’app.

Da dove parte il calcolo

Il calcolo è stato evidente nella pagina del Play Store dedicata a YouTube.

In fondo alla pagina, dove si vedono le caratteristiche, c’è il numero che fa impressione: 5 miliardi di download. il numero, va, però, valutato per quello che è.

Infatti, si tratta di un dato che fa riferimento solo agli utenti Android e non agli utenti iOS. In più, si deve contare che gli utenti Android trovano l’app di YouTube già installata. Quindi, questo numero è meno gli utenti iOS (che scaricano l’app da iTunes), ma più i milioni di utenti Android che acquistano un dispositivo con questo secondo sistema operativo.

Quando si accende lo smartphone per la prima volta, infatti, sia Samsung, Huawei, HTC, ecc.; si troverà sempre quest’app già installata. Poi, si può sempre eliminare dalle impostazioni, alla voce App, per poi scaricarla di nuovo se serve.

Infine, questo numero stratosferico è dato anche dal fatto che si basa dal momento dell’uscita dell’app sul Play Store a oggi. Quindi, è normale che sia un gran bel numero. Naturalmente, senza dimenticare le ads di Adsense su misura per YouTube e le prime strategie per evitare contenuti con il diritto di copyright dove possibile.

Le ultime novità di YouTube

Certo che YouTube non è più il sito e l’app che abbiamo conosciuto nei primi tempi. Infatti, oggi non solo si possono caricare video e lasciare dei commenti. Si è creato un vero e proprio mondo, chiamato YouTube Marketing, dove si possono utilizzare i video per fare vere e proprie campagne di marketing.

Si tratta di un mondo fatto di sponsorizzazioni, ma anche di commenti, condivisioni, contenuti. Fare video è diventato più semplice ed è nata anche la professione dello youtuber.

Di recente, sono tante le innovazioni che sono state realizzate. Dopo il collegamento a Google Plus, si è passati alle dirette, passando poi per YouTube Premium, la condivisione tramite chat e le recenti prese di posizione con l’art. 13.

Infine, c’è la novità delle Storie, che dà l’idea del cambiamento in base ai tempi. Come Google si è aggiornato, anche il sito più importante per i video lo ha fatto, diventando quasi un mondo a parte.

Se prima era solo, però, oggi il sistema deve fare i conti con la concorrenza e chissà che 5 miliardi di download non portino fortuna.

Twitch, Instagram e non solo

Oggi, anche la concorrenza è arrivata. Un esempio è Twitch, che permette la diretta con un format completamente nuovo, la spinta alla community e qualche chicca dalla quale prendere spunto.

Anche Facebook è a gara sui video, in particolare sul fronte delle visualizzazioni e delle dirette. La nuova funzione Premiere ne è un esempio.

Poi, c’è Instagram, con le Storie e i video verticali. Questo nuovo formato sta monopolizzando il mercato, come evidenziano anche le caratteristiche dei nuovi dispositivi (rapporto 18:9 o 19:9) e il fatto che anche YouTube si stia via via adeguando.

Conclusione

Il mondo di YouTube conquista un nuovo, importante traguardo. Non resta che augurare alla piattaforma e a chi la utilizza altri potenziali 5 milardi di utenti.

Chi oggi lavora su questa piattaforma lavora abbastanza “sul sicuro”, ma deve lavorare sulle strategie condivise e deve combattere con una concorrenza interna ed esterna molto forti. Molte nicchie sono state già esplorate, ma questo non significa che questo mondo sia destinato a scomparire.

Cosa ne pensi di questa piattaforma e dei download ottenuti? Lascia un commento e raccontaci come la usi tutti i giorni online!

Foto: AndroidPolice

Quanto é utile?
[Totale: 0 Media: 0]
Tags

Annarita

Copywriter freelance, scrive di tecnologia da parecchio tempo. Adora il mondo Android, open source e open fun!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close