Apple

Tastiera iPad: ci sarà una tastiera split nel futuro di Apple?

La tastiera su tablet iOS di ultima generazione potrebbe risolvere il problema

La soluzione presente sui modelli precedenti di iPad Pro non si trova negli ultimi modelli. La tastiera iPad sta per cambiare ancora?

L’assenza di tastiera split negli ultimi modelli

La “split keyboard” è la tastiera iPad che si trova nei modelli da 7,9 pollici, 9,7 pollici e 10,5 pollici precedenti all’ultima generazione degli iPad.

Purtroppo, però, questa tastiera, anche se comoda, non si trova negli ultimissimi iPad Pro. Questo aspetto vale soprattutto nel modello iPad Pro da 11 pollici del 2018 e per i modelli da 12,9 pollici.

Questa tastiera non era altro che una tastiera “divisa”, che permetteva di tenere il tablet in verticale e di scrivere a due mani, tenendo lo stesso ben saldo il tablet. Apple ha inserito un documento di supporto, dove spiega la propria decisione.

La decisione di Apple

La tastiera iPad “split” è stata messa a disposizione con iOS 5. Confermata con il sistema operativo iOS 7, è rimasta invariata nei modelli da 10,5 pollici, ma cominciava già a non essere più presente con i modelli da 12,9 pollici.

Un peccato, perché per gli utenti avere lo schermo in verticale e la tastiera “divisa” aiutava a tenere il dispositivo e a scrivere. Naturalmente, è più comoda se il dispositivo è abbastanza grande, mentre non conviene più di tanto in dispositivi più piccoli.

Per questo, gli esperti del mondo iOS sono rimasti perplessi nel vedere la tastiera sparire dal 12,9 pollici, ma restare in modelli precedenti, o comunque più piccoli. Infine, nei dispositivi da 10,5 pollici, il dispositivo ha sì una tastiera divisa, ma che si adatta via via alle dimensioni dello schermo.

C’è anche una corrente di pensiero secondo la quale la tastiera iPad di questo tipo è stata eliminata per poterla inserire poi sui nuovi iPhone.

L’idea non sarebbe del tutto malvagia. Con la soluzione agganciata o completa per gli iPad, e con smartphone di fascia alta dagli schermi sempre più grandi, Apple potrebbe trovare nella tastiera divisa un’ottima soluzione per i prossimi iPhone, che dovranno essere più grandi per rispettare le esigenze del mercato.

Tastiera iPad: novità all’orizzonte?

Al momento, Apple sarebbe convinta nel lasciare negli iPad le tastiere complete. Naturalmente, è anche vero che se il display dei tablet con iOS dovesse aumentare oltre i 20 pollici, allora la tastiera divisa sarebbe un vero e proprio obbligo per Apple, anche per motivi di funzionalità.

D’altra parte, può anche darsi che Apple stia lavorando ad altre soluzioni senza far trapelare nulla alla concorrenza, come è stato già fatto negli anni passati.

Insomma, Apple è sempre in fase sperimentale ed è ovvio che, se ci sono idee nell’aria, lo sapremo solo quando saranno realmente concretizzate in un nuovo dispositivo. Fino ad allora, si possono solo vedere le soluzioni adottate fino a questo momento.

Conclusione

La tastiera iPad è una delle funzionalità che Apple dovrà cambiare per poter migliorare i propri dispositivi. Non è una questione di vita o di morte: la tastiera oggi funziona benissimo, ma vale sempre la pena inserire delle novità ogni tanto, soprattutto se sono comode.

L’ultima volta che Apple è stata “manchevole” in qualcosa, poi ha recuperato alla grande con nuove sperimentazioni. Quindi, vale la pena attendere per vedere come saranno i nuovi tablet e le soluzioni adottate dai nuovi sistemi operativi.

Non resta che attendere il prossimo anno, per capire come Apple vorrà iniziare questo 2019 e con quali modelli, sia come iPad che come iPhone. Ormai, pochissime settimane allontanano da Febbraio 2019, quando sarà il mondo Android a scoprire le carte: allora Apple potrà dire la sua con nuovissimi modelli, anche se l’iPhone XR non è certo da sottovalutare.

Non è detto che la tastiera divisa non possa tornare, rinnovata, nei prossimi mesi.

Foto: 9to5mac

Quanto é utile?
[Totale: 0 Media: 0]
Tags

Annarita

Copywriter freelance, scrive di tecnologia da parecchio tempo. Adora il mondo Android, open source e open fun!

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close