IPTV

Streaming IPTV: quale player scegliere tra Emby e Plex?

Sebbene Kodi e Plex abbiano dominato a lungo il panorama dei media center, Emby si sta conquistando uno spazio notevole tra gli utenti.

In realtà, Plex ed Emby sono molto più simili tra loro che non Plex e Kodi. Innanzitutto, entrambi sono server multimediali dedicati. Per contro, Kodi richiede una discreta conoscenza a livello di MySQL o una qualche  soluzione macchinosa per farlo funzionare come server multimediale.

Quindi, se ti stai approcciando al mondo degli home media e dello streaming, su quale player è meglio puntare?

Innanzitutto, entrambi i programmi sono disponibili in una versione gratuita e con dei piani premium che introducono tantissime funzionalità extra.

Sia Plex che Emby utilizzano una configurazione client / server, che ne permette l’utilizzo da qualsiasi device. È necessario installare il software del server sul computer principale, o sull’unità NAS in cui si tiene il supporto locale, e l’app client su qualsiasi dispositivo su cui si desidera visualizzare il contenuto.

Entrambi hanno una procedura di installazione piuttosto semplice. La parte complicata arriva infatti con la configurazione del server, che su Emby non è particolarmente immediata per chi non sia un esperto di tecnologia. Allo stesso modo, Emby presenta molte impostazioni avanzate, che permettono ad esempio la visualizzazione dei metadati o l’esportazione dei frame dei capitoli, che possono essere scoraggianti per i principianti.

L’interfaccia di Plex è più curata e professionale e, dunque, offre un’esperienza di navigazione più divertente ed intuitiva.

Uno degli aspetti in cui Kodi ha un gran vantaggio rispetto a Plex riguarda le possibilità di personalizzazione. In questo Emby è molto simile a Kodi. Se ti piace armeggiare con infinite impostazioni e modificare l’interfaccia utente secondo le tue specifiche, Emby è il migliore dei due. Se poi sei pratico di HTML, puoi applicare il tuo CSS all’app, cambiare la schermata di accesso, utilizzare i temi di altre persone e molto altro ancora grazie alla natura open source di Emby. Su Plex non troverete nessuna di queste opzioni.

Sia Plex che Emby offrono entrambi una funzione TV e DVR. Mentre Live TV su Plex è riservato agli utenti premium, gli utenti di Emby possono guardare la TV in diretta gratuitamente tramite l’app Web, ma se vorranno vederla su qualsiasi altro dispositivo dovranno registrarsi a Premiere. Nel caso della TV in streaming i due programmi sono quasi identici, anche se Plex offre una EPG (la guida integrata ai programmi), molto più curata. Vale la pena menzionare anche la funzionalità notizie di Plex. Questa sfrutta l’apprendimento automatico (machine learning) per suggerire notizie e contenuti che ritenga possano interessarti. Non c’è nessuna funzione simile su Emby. 

Un altro punto a favore di Plex riguarda i dispositivi supportatiEmby supporta solo il sintonizzatore HDHomeRun in modo nativo (e i dispositivi Hauppauge su Windows). Plex supporta HDHomeRun, DVBLogic, AVerMedia e Hauppauge. 

Per quanto riguarda lo streaming in locale, Plex non ha rivali. Supponendo che tutti i tuoi dispositivi si trovino sulla stessa rete, Plex ti consente di trasmettere in streaming i tuoi contenuti nei tuoi supporti casalinghi gratuitamente. Non è necessario iscriversi a Plex Pass. Emby, invece, ti consente solo di ascoltare i contenuti in streaming tramite l’app Web, Roku, Apple TV e Samsung Smart TV. Se desideri trasmettere in streaming i contenuti su Android TV, Amazon Fire TV, tablet Android e iOS e altri dispositivi, dovrai pagare la tariffa di sblocco delle app caso per caso o iscriverti a Premiere.

Lo streaming in remoto è invece una funzionalità a pagamento in entrambi i casi. Con l’account premium è anche possibile scaricare i contenuti per la visualizzazione offline e sincronizzare i vari dispositivi tra loro o con il server.

Per migliorare ed estendere le funzionalità principali del software, sia Plex che Emby supportano le estensioni di terze parti, tra cui TuneIn Radio, Trakt e ITV Player. Poiché Emby è la più recente delle due app e ha una base utente più piccola, il suo elenco di plug-in al momento è meno esteso.

In virtù di tutte queste considerazioni, il nostro ago della bilancia pende a favore di Plex. Non abbiamo nulla contro Emby: è un’ottima app che merita un elogio enorme per essersi inserita come competitor di Plex. Tuttavia, è difficile sostenere che Plex non sia il programma migliore tra i due. Offre più funzionalità native, supporta più dispositivi esterni, offre un’esperienza utente più fluida e ha un’interfaccia più professionale.

Vi trovate d’accordo con la nostra valutazione? Lasciate un commento sotto l’articolo e fateci sapere qual’è il vostro media player preferito per lo streaming!

Quanto é utile?
[Totale: 0 Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close