Tecnologia

La tecnologia riuscirà a sostituire definitivamente il vecchio block notes?

Scrittura e tecnologia

Per chi è amante della scrittura, strumenti quali block notes, quaderni, diari, o qualsiasi altra cosa di cartaceo, rappresentano sicuramente oggetti indispensabili, fondamentali, addirittura in alcuni casi insostituibili. È vero anche però, che la tecnologia sta sempre più progressivamente sostituendo, nella vita quotidiana di molti, gli strumenti più storici. Ma l’utilizzazione di dispositivi, app e quantaltro di tecnologicamente avanzato possa esistere in questo contesto, riuscirà a sostituire definitivamente la carta scritta di proprio pugno? Oppure questa continuerà a sopravvivere?

La tecnologia al servizio della scrittura

I tempi frenetici e veloci odierni non permettono di perdere moltissimo tempo con carta e penna in mano. Chiedono anzi la necessità di trovare soluzioni sempre più adeguate e raffinate per chi ha esigenze dettate da tempi ridotti e consegne stringenti. E questo non soltanto per i professionisti, ma anche nella vita quotidiana di tutti i giorni. Numerose sono le app che permettono di conciliare l’esigenza della scrittura, con la necessità di ridurre il più possibile i tempi attraverso la possibilità rappresentata dalla scrittura con dettatura vocale. Alcune di queste app sembrano essere più adatte alla dettatura di semplici e brevi note. Altre invece sono specializzate per poter trascrivere in tempi ridottissimi testi di una certa estensione. Ma questa non è l’unica tipologia di soluzione tecnologica che potrebbe piano piano soppiantare, se non addirittura sostituire definitivamente, la scrittura cartacea di proprio pugno.

I vantaggi della tecnologia utilizzata per la scrittura

Velocità innanzitutto, ma non soltanto. Quando si deve svolgere un’attività di scrittura, è richiesta primariamente un’organizzazione finalizzata del pensiero. I pensieri tendono ad accorrere e scorrere in maniera subitanea alla mente, ed altrettanto velocemente dileguarsi. Essi sono molteplici e consequenziali l’uno all’altro, con un ritmo che non si riesce a seguire con la velocità ridotta della penna sul foglio. Soccorre allora in aiuto la possibilità di utilizzare la tecnologia proprio al servizio della scrittura. O meglio ancora, la tecnologia al servizio della velocità del proprio pensiero.

La scrittura tecnologica: il taccuino digitale

Una sorta di via di mezzo, che riesce forse a restituire la magia della carta scritta è rappresentata sicuramente dal taccuino digitale. Qui, al posto della carta, abbiamo un composto di polietere sul quale è possibile scrivere con qualsiasi tipologia di penna o strumento simile. Già questo rappresenta un primo vantaggio. Si pensi ad esempio alla situazione nella quale ci si trovi nella contingenza ed urgenza di scrivere qualcosa. Sarà necessario cercare di avere a portata di mano la carta, più una penna adeguata a compiere l’atto. Cosa, quest’ultima, che potrebbe risultare difficoltosa quando ci capita di trovare una penna che non scriva in quanto l’inchiostro sia terminato, oppure la penna stessa a seguito di una caduta o particolari temperature risulti spuntata. Con il taccuino digitale queste problematiche non sussistono. Ogni pagina è caratterizzata da un QR code che consente un’archiviazione molto intuitiva attraverso il cloud. Decisamente tutta un’altra storia.

I vantaggi della scrittura tecnologica anche ma non solo per gli amanti del green

Uno dei vantaggi derivanti dall’uso di questa tipologia di strumento, è quello di poter cancellare ciò che è stato scritto e riutilizzare il taccuino praticamente all’infinito. Cosa che non è assolutamente possibile in formato cartaceo. Un ulteriore vantaggio, che non mancherà di risultare piacevole per gli amanti del green, è la possibilità di risparmiare gli alberi, altrimenti necessari per la produzione della carta. Problema di non poco conto se si prende in considerazione il sempre più massiccio problema del disboscamento. E per chi vuole operare proprio spinto dall’intento del raggiungimento di questo obiettivo, possiamo suggerire anche Rocketbook Everlast. Si tratta di un notebook digitale che non vi priverà del piacere della scrittura a mano. Ma risparmierà la vita dei poveri alberi grazie all’assenza di consumo della carta. Ovviamente questi sono soltanto alcuni degli esempi possibili. Numerosi sono infatti i dispositivi che potrete utilizzare in questa maniera.

La scrittura in cammino

Senstone è uno strumento che può essere agevolmente indossato sia al polso, come un orologio, oppure appeso al collo come una catena moderna. Un semplice tocco gli permette di registrare la vostra voce, mentre magari indaffarati e affaccendati vi muovete tra le strade cittadine, oppure mentre semplicemente vi state spostando in macchina. Ma Senstone non si ferma qui. Lui non si limita a registrare il vostro adorabile cinguettio umano, ma si spinge fino ad archiviare tutto ciò che gli avete raccontato trascrivendolo in un file. Il tutto per poi archiviarlo sullo smartphone collegato con la sincronizzazione al cloud. Da questo momento in poi potrete ritrovare il file in qualsiasi circostanza con uno qualsiasi dei vostri dispositivi.
Credeteci, anzi verificate personalmente con una ricerca: la scrittura sta diventando sempre più tecnologica ed al servizio dei ritmi forse stressanti ma efficienti della vita moderna.

Quanto é utile?
[Totale: 0 Media: 0]
Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close