Apple

Qualcomm contro Apple: polemiche dopo l’ultimo rilascio iOS

Nonostante l'aggiornamento alla versione iOS 12.1.2, Qualcomm continua la battaglia legale

Qualcomm contro Apple: la recente battaglia legale non placa le polemiche. Apple aggiorna a iOS 12.1.2, ma per Qualcomm le violazioni ci sono ancora.

Un aggiornamento per eliminarle tutte

Secondo Qualcomm, con sentenza a favore per la Cina, Apple, nel sviluppare il software e alcune soluzioni iOS nei modelli precedenti, avrebbe violato tre brevetti di Qualcomm.

Da qui, il ritiro in Cina di tutti i dispositivi incriminati. Apple, però, non ci sta. Quindi, ha dichiarato che gli iPhone a disposizione (parliamo dagli iPhone X ai modelli precedenti, quindi una bella botta) resteranno in magazzino, pronti per chiunque voglia chiederli in Cina. A suo rischio e pericolo.

Infatti, la sentenza vieta la vendita dopo la stessa. Per affrontare questo problema economico non da poco per Apple, da Cupertino hanno pensato ad aggiornare il sistema operativo. E qui parte lo scontro diretto di Qualcomm contro Apple.

Per Apple, infatti, il nuovo aggiornamento avrebbe eliminato quelle soluzioni software che violerebbero i brevetti di Qualcomm. Secondo Qualcomm, invece, le violazioni ci sarebbero ancora tutte. Anzi. L’aggiornamento sarebbe solo uno specchio per le allodole, per nascondere quelle soluzioni oggetto di contenzioso.

Il vero problema è la risoluzione legale, nel senso: oggetto del contendere non è il sistema iOS brevettato da Apple, ma alcune soluzioni tecniche software che quel sistema operativo usa. E quali sono lo sanno solo: Qualcomm, Apple e la corte cinese. Sì, perché pubblicamente si è messa a disposizione solo la risoluzione finale, non quali erano le soluzioni incriminate.

Qualcomm non è d’accordo: parla l’avvocato

“Nonostante gli sforzi di Apple per minimizzare l’importanza dell’ordine e le sue rivendicazioni di vari modi in cui affronterà l’infrazione, Apple sembra continuare a disprezzare il sistema legale violando le ingiunzioni”.

Così l’avvocato di Qualcomm, Don Rosenberg, si riferiva al contenzioso con Apple lunedì scorso a Reuters. Quindi, Apple è convinta di aver risolto il problema, mentre Qualcomm ritiene che Apple continuerà a violare brevetti.

In ogni caso, la sentenza ha messo un punto fermo sulla disputa Qualcomm contro Apple. Il fatto di dire pubblicamente che c’è un aggiornamento per evitare altri motivi di contenzioso non è chiarissimo.

Da parte sua, Qualcomm ha dichiarato uno a uno, con tutte le sigle e la documentazione del caso, quali erano i brevetti oggetto della contesa. Peccato che non siano stati resi noti pubblicamente questi brevetti…

Cosa c’è di certo?

Siamo ancora lontani per dire che Apple ha violato il brevetto di Qualcomm. Per precauzione, la società ha scelto di aggiornare il sistema operativo attuando soluzioni diverse a quelle oggetto del contendere. Per sentenza, la società non può più vendere gli iPhone precedenti in Cina.

D’altra parte, l’aggiornamento di iOS alla versione 12.1.2 non dipende solo da Qualcomm. Con l’arrivo di Android Pie 9, è normale che Apple voglia aggiornare il proprio sistema operativo concorrenziale. Quindi, questa disputa è ancora tutta da scrivere, ma i danni si vedono già.

Qualcomm, infatti, è uno dei maggiori fornitori di chip al mondo. Con questa disputa, Apple ha perso anche una preziosa fornitura per i propri dispositivi.

Finirà questa storia?

Difficile che la disputa si risolva oggi o entro il 2018. Si spera per la fine del 2019, ma anche qui si parla di speranze, non di certezze. Si dovrà vedere come prosegue il processo e se ci saranno ripercussioni anche per gli altri mercati, non soltanto per quello cinese. Infatti, il rischio è che altri Paesi, per autotutela, decidano di far uscire dal mercato i dispisitivi incriminati.

In attesa di saperne di più, vi terremo aggiornati su tutti i motivi del contendere e se ci saranno novità in merito alla disputa legale Qualcomm contro Apple, soprattutto se comportano un cambio di soluzioni tecniche su iOS.

Foto: Pixabay

Quanto é utile?
[Totale: 0 Media: 0]
Tags

Annarita

Copywriter freelance, scrive di tecnologia da parecchio tempo. Adora il mondo Android, open source e open fun!

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close