Fotocamere

Nikon COOLPIX P1000, il super-zoom per fotografare la luna

La Nikon COOLPIX P1000 è innegabilmente la regina dei super-zoom. 

Il suo zoom impressionante 125x, che si estende da un grandangolo di 24 mm a un 3000mm, è impareggiabile e merita una nuova classificazione di mega-zoom tutta sua. 

Oltre allo zoom, ha molto altro da offrire, tra cui un grande mirino luminoso, uno schermo articolato, scatto in Raw, riprese 4K, una presa per microfono esterno, Wifi e Bluetooth.

Non è velocissima nello scatto continuo, quindi per lo sport e la fotografia d’azione non è la scelta migliore. 

Quando scattate alla massima focale (3000mm) avrete un’apertura massima di f.8, il che significa scattare con iso più alti o tempi più lenti, per cui avrete bisogno di un supporto per stabilizzare la fotocamera.

Nonostante qualche limite, la COOLPIX P1000 è molto divertente.Ti permette di catturare scene che sarebbero impensabili con qualsiasi altro zoom sul mercato. Ma se ti accontenti di uno zoom leggermente più breve e gestibile, la COOLPIX P900, la Canon PowerShot SX70 HS e la Panasonic Lumix FZ80 / FZ82, sono scelte valide ad una frazione del prezzo della COOLPIX P1000.

L’obiettivo 125x ha un’apertura massima di f 2,8 e un’impressionante distanza di messa a fuoco più vicina di appena 1 cm all’estremità massima quando impostato sulla modalità Macro. L’obiettivo include una stabilizzazione ottica integrata, completata dalla stabilizzazione elettronica opzionale durante la ripresa del video, se desiderato. 

Per poter ospitare una lente di questa focale estrema, la P1000 utilizza un sensore CMOS da 1/3″ relativamente piccolo, sebbene la Nikon abbia mantenuto la risoluzione a 16 Megapixel ed è anche possibile scattare in RAW. La P1000 può filmare video 4K a 25 o 30p e 1080 a 25-60p. La messa a fuoco è basata sul sistema a rilevamento di contrasto. 

La combinazione di un piccolo sensore e un’apertura massima di f8 sulla focale massima significa che la P1000 difficilmente potrà dare risultati di qualità in condizioni di scarsa luminosità, e l’AF basato sul contrasto significa che potrebbe anche faticare a riprendere azioni in movimento, ma non c’è letteralmente nulla che possa avvicinarsi a questa gamma.

Generalmente, i super-zoom con lunghe escursioni focali non hanno obiettivi chiari e più lungo è lo zoom, minore sarà l’apertura massima quando l’obiettivo raggiunge la lunghezza massima. Quindi, anche se la P1000 inizia con una rispettabile f. 2.8, a 2800 mm e oltre parte da f. 8.

La prima cosa che ti colpisce ad un primo sguardo della COOLPIX P1000 è la sua dimensione: rispetto ad altri super-zoom, è enorme. Naturalmente, pochissimi super-zoom si avvicinano alla gamma 125x, quindi c’era da aspettarselo. La COOLPIX P1000 misura 146x119x181mm e pesa 1415g. Per dirla nel contesto, la 83x Nikon COOLPIX P900, non leggera, misura 140x103x137mm e pesa 899g. Quindi la COOLPIX P1000 è più grande a tutto tondo, ma la cosa più evidente è che è più pesante, più alta e ha un barilotto molto più lungo.

Dal punto di vista del design, la COOLPIX P1000 ha molto in comune con la precedente P900. Qui sul pannello superiore la ghiera delle modalità è affiancata dal pulsante di accensione / spegnimento, un pulsante programmabile e il pulsante di scatto. Il flash pop-up si trova sulla partesporgente e c’è anche una slitta per un flash esterno e accessori. Notare che l’obiettivo ha un anello di controllo per la messa a fuoco manuale che può anche essere assegnato a una delle quattro funzioni in modalità AF (sebbene non possa essere utilizzato per lo zoom).

Lo schermo OLED a 921 k punti da 3,2 pollici della COOLPIX P1000, orientabile in qualsiasi direzione, non è touch screen, ma torna utilissimo per le impostazioni di menù e le riprese generali.  

La P1000 ha anche un mirino elettronico OLED da 239,5 kp da 0,39 pollici che offre una vista ragionevolmente ampia, luminosa e stabile. C’è un sensore che passa automaticamente all’EVF quando lo guardi e un pulsante dedicato per accenderlo in modo permanente. Puoi anche spegnere il sensore per evitare che passi all’EVF quando qualcosa che non è il tuo occhio si avvicina troppo, ad esempio quando stai scattando all’altezza della vita.

Le immagini create con la P1000 sono piuttosto buone se si considerano i vincoli del sensore e dell’obiettivo. I file JPEG fuori dalla fotocamera hanno colori piacevoli e il supporto Raw consente di aggirare la riduzione del rumore della fotocamera in modo pesante.

Nonostante i suoi difetti, la Coolpix P1000 ha una certa qualità accattivante che può essere attribuita a quella equivalente 24-3000mm. Essere in grado di vedere i crateri sulla luna, scattare ritratti da due isolati e catturare una scimmia osservando il suo ambiente è un gran bel divertimento. La P1000 non è per tutti, né è il miglior superzoom in circolazione – ma se vuoi goderti quello che offre l’obiettivo, è una fotocamera che vale la pena considerare.

Quanto é utile?
[Totale: 0 Media: 0]
Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close