Serie TV

Netflix stava per cancellare GLOW

Netflix stava per cancellare “GLOW”

Secondo quanto riporta TVLine, Netflix è stata a tanto così dal cancellare per sempre “GLOW”, e questo malgrado il gran successo della prima stagione.
Secondo quanto riporta a sua volta il Wall Street Journal, la rete ha seriamente considerato l’idea di annullare la serie a causa dei dati di ascolto deludenti. Dati che però riguardavano una serie che aveva vinto addirittura un Emmy.

Al giornale della Mecca finanziaria una fonte non identificata ha detto che “c’erano conversazioni molto serie da parte del settore tecnico per far pressione su quello artistico nel senso di non rinnovare la serie per una seconda stagione”. Pare però che la ebbero vinta i creativi di Netflix, che sottolinearono il favore della critica per la serie nonché la necessità di rimanere in buoni rapporti col produttore esecutivo Jenji Kohan.

Insomma, andò a finire che GLOW fu rinnovata per una seconda stagione e poi anche per una terza, e ottenendo non pochi riconoscimenti.

Secondo il WSJ, i non buoni dati d’ascolto della prima stagione furono dovuti a una scelta di marketing che privilegiava gli uomini sulle donne. Va peraltro ricordato che Netflix non è solita divulgare i propri dati d’ascolto.

Dopo l’uscita del pezzo sul WSJ, Netflix ha dichiarato: “Siamo tremendamente orgogliosi di GLOW e siamo stati felicissimi di dargli una seconda stagione e poi anche una terza”.

Quanto é utile?
[Totale: 0 Media: 0]

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi Anche

Close
Close