Fotografia

La Meyer Optik Görlitz lascia a bocca asciutta i donatori del Kickstarter

Se anche tu avevi finanziato la Meyer Optik Görlitz su Kickstarter e stai ancora aspettando la lente promessa, ci sono brutte notizie per te: non arriverà mai e potresti non avere più un rimborso. Ma cerchiamo di capire cos’è successo negli ultimi anni alla storica azienda.

Nata agli inizi del Novecento per mettere sul mercato ottiche concorrenti alla Zeiss ma ad un prezzo inferiore, la Meyer Optik Görlitz produsse per una cinquantina d’anni una serie di tele molto luminosi e di così buona qualità che tutt’ora vanno a ruba nei mercatini dell’usato e su Ebay. La sua particolarità sta nei colori pastello tipici della fotografia analogica, nella resa morbida degli incarnati e, soprattutto, nel suo inconfondibile sfocato a bolla di sapone, definito tecnicamente bubble bokeh.

Caduta in crisi nel secondo dopoguerra, e acquistata dalla stessa Zeiss, in tempi recenti è tornata sulla cresta dell’onda in seguito all’acquisto del gruppo tedesco Globell Deutschland, che ha provato a rilanciarla su Kickstarter riprogettando il suo pezzo storico: il Trioplan 100 mm f. 2.8. Naturalmente l’iniziativa è stata accolta da subito grande interesse tra i fotografi, soprattutto i più nostalgici. Il prezzo fissato nella raccolta fondi era di 1399 euro, per una lente disponibile con baionetta Canon, Fuji X, Nikon, M42, Micro-Four-Thirds e Sony E.

A fronte di un obiettivo di $50.000 la campagna ha raccolto più di 325,000 dollari, ma la produzione della rinnovata ottica ha sempre faticato. Da allora si sono susseguiti altri Kickstarter e raccolte fondi, che hanno iniziato a far insospettire i sostenitori dell’azienda, fino alla conferma di pochi giorni fa.

La SE, proprietaria del marchio, ha infatti da poco dichiarato la bancarotta. Agli inizi di agosto, la società aveva annunciato che Stefan Immes, fondatore e CEO, si era trovato coinvolto in un grave incidente stradale, tanto da compromettere il suo lavoro futuro nell’azienda. Al contempo, la società ha cancellato le sue azioni dal mercato e ha presentato istanza di fallimento.

Uno sviluppo molto strano se si tiene conto dei tanti progetti e prodotti pubblicizzati nella recente storia della Meyer Optik Görlitz. L’unica cosa certa è che, i tanti utenti finanziatori che hanno mostrato entusiasmo per le loro campagne, difficilmente vedranno gli obiettivi pubblicizzati. Nelle varie pagine Kickstarter, in molti suggeriscono che si tratti di un preciso schema di frode. Da parte sua, l’azienda tedesca promette di riprendere in mano il controllo della situazione non appena avrà riorganizzato tutti i suoi dipartimenti. Staremo a vedere lo sviluppo della vicenda nei prossimi mesi.

Quanto é utile?
[Totale: 0 Media: 0]

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close