Apple

iOS 12: dopo la versione 12.1.2, non ci saranno altre versioni precedenti

Apple non permetterà più il downgrade

iOS 12: dopo la firma dell’ultima versione 12.1.2, Apple smette di firmare le versioni precedenti di iOS. Il downgrade potrebbe non essere più disponibile.

Non si potrà tornare indietro?

Per il momento, chi vuole fare il downgrade dalla versione 12.1.2 alla versione 12.1.1, potrà farlo senza problemi, ma Apple ha smesso di rilasciare ufficialmente questa versione. D’altra parte, lo scorso Novembre Apple aveva tolto anche la versione iOS 12.0.0.1.

D’altra parte, per Apple è normale smettere di firmare quelle che sono le versioni precedenti. Proprio perché gli utenti possono cercare su fonti non ufficiali versioni precedenti (= alcuni lo fanno di proposito per verificare i jailbreak), Apple smette di rilasciarle ufficialmente, dando però la possibilità all’utente di fare marcia indietro per il primo periodo se non si dovesse trovare bene.

Al momento, le versioni disponibili di iOS 12 sono la versione 12.1.1 e la 12.1.2. La versione 12.1.1 è stata rilasciata poco tempo fa, per consentire il riconoscimento facciale e le altre caratteristiche che hanno reso l’iPhone XR top di gamma.

Il motivo di questi upgrade così frequenti potrebbe essere legato al contenzioso con Qualcomm. Infatti, pare che nell’ultima versione ci siano la risoluzione di alcuni bug, che fanno parte di quel brevetto.

Purtroppo, visto che i brevetti non sono stati specificati pubblicamente, non si sa nemmeno quali siano esattamente i cambiamenti apportati da queste risoluzioni di bug.

Cosa porta l’aggiornamento iOS 12.1.2

L’aggiornamento 12.1.2 permette la connettività anche in quei Paesi dove sembra che l’iPhone non prendesse (= per esempio in Turchia, come ha fatto sapere anche MacRumors). I bug durante l’attivazione eSIM sono stati risolti negli ultimi dispositivi: iPhone XR, iPhone XS e iPhone XS Max.

L’aggiornamento è disponibile da ieri per:

  • iPhone XS Max.
  • iPhone XS.
  • iPhone XR.
  • iPhone X.
  • iPhone 8.
  • iPhone 8 Plus.
  • iPhone 7.
  • iPhone 7 Plus.
  • iPhone 6s, iPhone 6.
  • iPhone 6s Plus, iPhone 6 Plus.
  • iPhone SE, iPhone 5s.

Per ottenerlo, basta andare alle Impostazioni dell’iPhone e scegliere prima Generali, poi Aggiornamento software. L’iPhone dovrebbe essere connesso a Internet, per consentire il download dei file necessari. Infine, si dovrà attendere qualche minuto, ma ne vale assolutamente la pena. Il consiglio è di avere l’iPhone ben carico e di non fare nulla sul telefono finché l’operazione non sarà completata.

Se si tocca il dispositivo, si rischia di perdere l’aggiornamento e l’iPhone ptorebbe non funzionare bene. Quindi, conviene sempre attendere tutti i riavvi previsti per l’aggiornamento di versione.

Gli ultimi modelli non sono bloccati in Cina

Il fatto che Apple abbia rilasciato l’ultima versione iOS 12, confermando di essersi messa in regola per eventuali violazioni, ha fatto sì che gli ultimi modelli di iPhone non fossero bloccati per sentenza. La battaglia legale è ancora in corso. La battaglia con Qualcomm è ancora estremamente lunga, quindi non si sa quando si potranno sbloccare i modelli precedenti all’iPhone XR.

Conclusione

L’aggiornamento di sistema si può fare tranquillamente, e, per questo primo periodo, anche il downgrade non firmato si potrà fare, ma solo per una versione precedente, dalla 12.1.2 alla 12.1.1 e non per i precedenti.

Non si sa dove Apple sia intervenuta, ma si tratta di procedure standard, visto che anche negli anni passati si sono via via eliminate le versioni precedenti.

Non resta che verificare come andrà questa versione e quante persone passeranno al downgrade. sarebbe un peccato, visto che l’ultima versione permette di fare tante belle cose. Per esempio, migliora la capacità delle fotocamere e del processore.

Il rilascio di questi giorni potrebbe migliorare anche il risparmio energetico del dispositivo, oltre a ottimizzare le diverse attività di background. Non resta che vedere come va questa versione senza pregiudizi e, se si vuole proprio tornare indietro, conviene sbrigarsi subito, per evitare di non trovare più la versione ufficiale.

Foto: 9to5mac

Quanto é utile?
[Totale: 3 Media: 2.7]
Tags

Annarita

Copywriter freelance, scrive di tecnologia da parecchio tempo. Adora il mondo Android, open source e open fun!

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi Anche

Close
Close