Serie TV

Il pubblico di HoC 6 cala e invecchia

Il pubblico dell’ultima stagione di House of Cards cala e invecchia

Il pubblico americano della sesta stagione di House of Cards (quella senza Kevin Spacey) è diminuito di numero e aumentato di età. Lo afferma Hollywood Reporter sulla base di dati Nielsen.

I dati della società di rilevazioni riguardano la prima settimana di programmazione della serie Netflix. Ricordiamo che la stagione numero 6 ha esordito sugli schermi il 2 novembre scorso.

Nella sua prima settimana la stagione conclusiva di HoC, che è composta da otto episodi, ha raggiunto una media di un milione e 530mila spettatori negli Stati Uniti. Il che significa un calo del 19 e mezzo per cento rispetto al milione e 900mila che avevano visto la stagione 5 (che era composta di tredici episodi) nella prima settimana.

Il primo episodio ha fatto il maggior numero di spettatori, con 2milioni e 880mila persone davanti agli schermi. Il punto è che a ogni episodio successivo si è perso per strada un po’ di pubblico, con alla fine solo 901mila persone a guardare l’ultimo episodio (il numero 8).

Netflix replica che i dati Nielsen non riflettono l’intero pubblico della serie, poiché misurano solo i numeri americani e solo le persone che hanno guardato la serie in tv e non su altri schermi (di computer, tablet o telefoni…).

Il declino segnalato da Nielsen è una tendenza che s’è già vista per altre serie Neflix. La seconda stagione di Stranger Things, per esempio, fece 16 milioni nei tre giorni successivi al suo rilascio a ottobre del 2017, ma il finale ebbe meno di un terzo di quella cifra nello stesso periodo di tempo.

Un altro dato interessante, sempre secondo la Nielsen, è che degli spettatori della prima settimana il 54 per cento erano donne. Inoltre la platea degli spettatori di HoC numero 6 è quasi spaccata a metà tra quanti hanno 50 anni o più (il 48 per cento) e quanti hanno 49 anni o meno (il 52 per cento).

Guarda il promo della stagione 6 di House of Cards:

 

Quanto é utile?
[Totale: 0 Media: 0]

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close