Samsung

Il nuovo Samsung Galaxy X costerà il doppio di iPhone X

Ci siamo quasi!

Secondo quanto dichiarato dall’analista coreano Park Hyung-woo del Shinhan Financial, Samsung sta per lanciare sul mercato il primo smartphone con schermo pieghevole e completamente flessibile.

La sfida di casa sudcoreana sembra essere stata vinta.

Samsung ha dichiarato di voler differenziare i suoi smartphone, adottando tecnologie all’avanguardia, come i display OLED pieghevoli.

Con il nuovo Samsung Galaxy X vedremo finalmente uno smartphone unico nel suo genere dalle caratteristiche strabilianti, con una flessibilità che raggiungerà una curvatura di 1.0R.

Se la nostra fantasia lo consente, potremmo immaginare di piegare questo dispositivo come se fosse un foglio di carta!

Si ipotizza, per l’implementazione del display OLED, un pannello in plastica e non in vetro come siamo di solito abituati a percepire un display.

In rete si trovano pochissime notizie relative alle altre caratteristiche del device, ma probabilmente si tratterà di uno schermo OLED senza cerniere e completamente pieghevole.

Sarà proprio la nuova tecnologia di casa coreana, che implementa l’innovativo schermo OLED, che farà lievitare il costo del device.

Uno smartphone può costare più di 2000 euro?

A quanto pare si.

Soprattutto se provvisto di ben tre schemi!

Secondo le ultime informazioni rivelate dalle rete, tra “rumors” e presunti prototipi, si intravede finalmente la probabile fisionomia del nuovo device pieghevole di casa Samsung, presentato al pubblico con il nome di Samsung Galaxy X.

Per potersi piegare in due Galaxy X dovrà avere infatti almeno due schermi frontali.

Nello specifico si tratta di due schermi frontali da 4,5 pollici tenuti insieme da una cerniera per formare una volta uniti un unico schermo da 7,3 pollici di diagonale. Sul lato posteriore sarà presente un terzo schermo che permetterà l’utilizza dello smartphone anche quando è ripiegato su se stesso.

L’analista Park Hyung-woo, dopo uno studio accurato sui possibili costi di produzione, ha stimato che il prezzo nel nuovo Samsung Galaxy X dovrebbe essere compreso tra i 1.800 e i 2.000 euro.

Quali sono le caratteristiche dello smartphone pieghevole?

Oltre la combinazione dei tre schermi OLED senza cerniere che abbiamo visto, si ipotizza per il nuovo Galaxy X un design “a conchiglia ”, che ricorda un po’ i vecchi telefoni a conchiglia del passato.

Questa scelta di casa sudcoreana non è stata sicuramente tra le più eleganti presenti sul mercato, ma probabilmente è risultata necessaria per assicurare la chiusura dello smartphone senza danneggiare i componenti interni  e garantendo contemporaneamente il suo perfetto funzionamento.

Infine, sulla parte superiore del device chiuso, dovrebbe alloggiare un possibile obiettivo della fotocamera e nella parte superiore interna del telefono, una seconda fotocamera selfie, corredata da un altoparlante.

Molto interessante è invece la parte inferiore dello schermo, che presenta  un bordo curvo visibile solo quando il telefono è chiuso.

Questa porzione di display potrebbe mostrare le notifiche dello smartphone e servire come un ticker di informazione.

Esiste davvero una data di rilascio?

C’è da dire che la Samsung ha iniziato una vera e propria lotta contro il tempo per il lancio di Galaxy X.

A quanto pare l’interesse per gli smartphone flessibili si è diffuso già da tempo.

La casa coreana non risulta essere l’unica produttrice in possesso di un brevetto per l’implementazione di display completamente flessibili. .

Lo dimostra il fatto che anche Apple possiede diversi brevetti per l’implementazione di questa stessa tecnologia.

Ma in casa Apple non si parla ancora di lancio e produzione.

Secondo il CEO di Samsung Mobile CEO DJ Koh invece, “è ora di rilasciare un telefono pieghevole, poiché i tempi e il mercato sarebbero pronti”.

Dunque la produzione del device sudcoreano dovrebbe essere già iniziata da novembre 2018 e si ipotizza l’immissione nel mercato nei primi mesi del 2019.

Il nuovo dispositivo sarà presentato pubblicamente al Mobile World Congress 2019 di Barcellona, previsto per la seconda metà di febbraio 2019, salvo ulteriori complicazioni.

Quanto é utile?
[Totale: 7 Media: 3]
Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close