Samsung

Galaxy Fold: nuovi leak rivelano lo smartphone pieghevole di Samsung

Il brevetto sarebbe stato consegnato a inizio Novembre 2018

Un brevetto svela il “Galaxy Fold“: ecco quali sono le caratteristiche dello smartphone pieghevole di Samsung secondo questi documenti.

Caratteristiche del Galaxy Fold

Il nuovo Galaxy Fold dovrebbe essere uno smartphone pieghevole abbastanza grande, addirittura con doppio schermo. Il secondo, infatti, dovrebbe trovarsi sul retro, a destra, in modo che, piegando il dispositivo, si possa utilizzare.

In più, lo schermo sul retro dovrebbe essere più piccolo. In questo modo, il Galaxy Fold si potrebbe utilizzare da entrambi i lati, semplicemente piegandolo. Naturalmente, non si trattarebbe di un dispositivo dai bordi sottili, perché attualmente sarebbe impossibile.

Tutte queste caratteristiche sarebbero apparse nei documenti di certificazione che Samsung avrebbe fatto approvare in Turchia all’inizio del mese. Anche le scocche dovrebbero essere abbastanza grandi, in modo che, piegando il dispositivo, non ci siano problemi di funzionamento per le fotocamere, il microfono e gli altri strumenti utili.

Naturalmente, non ci sono immagini che mostrino questo dispositivo, ma qualcosa è confermata dalla stessa Samsung. Infatti, la società ha dichiarato in una recente conferenza stampa che un Galaxy Fold o un dispositivo comunque pieghevole sarà a disposizione dall’inizio del 2019.

Quindi, si tende a pensare che non si tratti del nome del dispositivo, ma del brevetto della caratteristica. D’altra parte, è già successo da Apple. Infatti, si può avere uno smartphone che ha la caratteristica “Fold”, ma che si chiami poi sul mercato “Galaxy S…” (ovviamente, non possiamo saperlo!).

Quali sarebbero i costi

Il dispositivo sarebbe ovviamente di fascia alta. Quindi, non si potrebbe avere a 200 Euro. Infatti, il Galaxy Fold dovrebbe avere un prezzo di circa 2000 dollari (= più o meno 1800 Euro).

Il dispositivo dovrebbe avere anche 512 GB di memoria e un peso di almeno 200 grammi. Ovviamente, si tratta di voci di corridoio e di nulla di confermato. Fatto sta che questo smartphone dovrebbe essere quasi un tablet, quindi con un’idea molto simile a un Galaxy Note.

Quali sono le altre aziende in gara

Samsung non è l’unica azienda in gara per lo smartphone pieghevole. Infatti, è da molto tempo che LG sta pensando a dispositivi pieghevoli, presentando anche dei prototipi. I modelli di LG potrebbero diventare anche cartelloni pubblicitari.

Altre aziende in gara sarebbero OPPO (che sta portando grandissime innovazioni), Sony e Huawei. I problemi, però, sono parecchi. Infatti, ci sono alcuni problemi tecnici di fondo:

  • La resistenza. Infatti, si deve vedere per quanto tempo il dispositivo riesce a piegarsi e a tornare al suo posto senza muoversi.
  • La maneggevolezza/ la praticità. Sì, ci sono dei dispositivi che hanno più di 6 pollici e che si usano a due mani. Se il dispositivo pieghevole, però, diventa più grande di un tablet, il problema si pone.
  • Il sistema delle parti fisse. Ci sono dei pezzi che non si possono muovere da dove sono per funzionare bene: batteria, processore, GPU per esempio. Quindi, si deve vedere come mantenere queste caratteristiche senza togliere la possibilità di piegare il dispositivo.

Per il momento, quindi, non ci sono novità in merito sul nuovo Galaxy Fold.

Conclusioni

Il nuovo smartphone pieghevole di Samsung per il momento è più di una voce di corridoio. Sarà necessario aspettare i prossimi mesi, per vedere se Samsung riuscirà per prima a risolvere i problemi tecnici e a dare un tocco di design a un dispositivo del genere.

Infatti, anche l’occhio vuole la sua parte, soprattutto in ambito smartphone. Non resta che vedere se il nuovo Galaxy rispetterà le aspettative e come riuscirà a mantenere questa caratteristica “pieghevole” senza minare le funzionalità che devono avere per forza i dispositivi di fascia alta per essere concorrenziali in un mercato ormai saturo, come mostrano le recenti statistiche e i benchmark.

Foto: AndroidHeadlines

Quanto é utile?
[Totale: 0 Media: 0]
Tags

Annarita

Copywriter freelance, scrive di tecnologia da parecchio tempo. Adora il mondo Android, open source e open fun!

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close