YouTube

Arrivano le storie su YouTube

Dopo Instagram e Facebook, anche YouTube passa al lato oscuro

Le storie su YouTube sono una realtà. Ecco quali sono le caratteristiche e come funziona questa novità su YouTube online.

Dopo il test A/B, arrivano le storie su YouTube

YouTube ha deciso di inserire le storie anche sulla propria piattaforma. Un segno dei tempi, un po’ a scoppio ritardato. Infatti, pare che YouTube stesse cercando di utilizzare qualcosa di simile alle storie di Instagram e di Facebook da circa un anno.

Il primo passo è stato fare dei test, dando la nuova funzionalità solo ad alcuni account. I fortunati erano stati gli utenti con almeno 10mila iscritti sul canale. Dopo il vasto successo di questa sperimentazione, i numeri hanno confermato una realtà consolidata: quindi, YouTube ha deciso proprio stamattina di mettere la nuova funzione a tutti.

Il principio fu Snapchat

Il primo a creare le storie fu Snapchat. Successivamente, la funzione arriva su Instagram, su Facebook e su LinkedIn. Ora, le storie su YouTube: un sintomo di successo, ma anche del fatto che i video più veloci rendono molto di più.

Infatti, le storie sono dei video verticali, che sono molto veloci e sono spesso divertenti. Di solito, non durano più di 24 ore. Il formato è abbastanza leggero e divertente, parola di Google, che ora ha deciso di mettere la funzione su YouTube.

Le caratteristiche delle storie su YouTube sono:

  • I video sono a disposizione per una settimana.
  • Si possono inserire delle categorie.
  • Come per le altre storie, si possono inserire adesivi e testi.
  • Si possono mettere i filtri.

Ci sono anche i commenti. Infatti, si può commentare come si fa su YouTube di solito. Ci sono anche dei pollici verso l’alto e verso il basso, oltre al cuoricino. Resta la soglia di almeno 10mila iscritti per ottenere la nuova funzione, ma si possono vedere per una settimana il video-storia del proprio canale preferito.

Le storie si potranno vedere:

  • Nella Home.
  • Sui canali.
  • Come: “Mostra video successivo”.
  • Nella scheda degli iscritti per chi si è registrato al canale.

La novità si può utilizzare già da oggi, con tutti gli strumenti di marketing del caso. Naturalmente, le storie sono disponibili anche sull’app del sito e non è detto che YouTube non trovi il modo prossimamente per monetizzare questa funzione. La popolarità, però, non manca: per questo, sembra che YouTube stia seguendo un trend, piuttosto che essere innovatore. Il che è, purtroppo, un passo indietro.

Conclusione

Le storie su YouTube possono essere utili per chi vuole fare video veloci, degli spot, oppure dei piccoli test, o ancora per promuovere un evento della durata di una settimana. Naturalmente, chi ha un canale può sempre salvare il video per pubblicarlo successivamente.

La vera novità è che, con questo sistema, anche su YouTube vengono considerati standard i video verticali, con tutto ciò che ne consegue a livello di video marketing.

Il consiglio è di seguire i propri canali preferiti anche spulciando le stories come anteprima. Così, si potrà dare un’occhiata per capire se quel canale è quello giusto o no. Per chi ne gestisce uno, le storie su YouTube sono molto importanti. Sono un salto di qualità.

Per questo, servono almeno 10mila iscritti, quindi si devono invitare più persone possibili. Come? Seguire i trend di YouTube e curare il rapporto con gli utenti è fondamentale per ottenere questa funzione. Quindi, chi ce l’ha potrebbe avere più sponsor.

Quindi, conviene lavorare sempre di più sui contenuti, perché la concorrenza sarà spietata. Lo era già prima, ma ora le stories possono fare la differenza tra youtuber di successo e chi segue in maniera amatoriale il proprio canale. Cosa ne pensi di questa funzione “inaspettata” per YouTube?

Foto: Digital Trends

Quanto é utile?
[Totale: 0 Media: 0]
Tags

Annarita

Copywriter freelance, scrive di tecnologia da parecchio tempo. Adora il mondo Android, open source e open fun!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close