Tecnologia

Una seconda giovinezza: la tecnologia approda nella terza età

Quando lo smartphone permette di ringiovanire.

La notizia arriva da un’indagine Doxa: ad oggi una parte molto consistente degli over 60 è in possesso di uno smartphone, un tablet o un pc.

L’uso che ne viene fatto è vario; le ricerche su internet sono su vari ambiti, dalla salute alla ricerca di espedienti per sentirsi il più possibile al sicuro. Inoltre è ampio anche l’utilizzo dei social, in particolare Facebook, che viene usato per rimanere in contatto con amici e parenti, e non mancano le spese su Amazon.

In termini di percentuali, almeno il 43% dei senior è d’accordo nell’affermare che la tecnologia sia uno strumento importante per migliorare la vita, e rendere più semplici molti aspetti della quotidianità.

Inoltre, aspetto da non sottovalutare, anche i membri della terza età sono in grado in questo modo di rimanere  aggiornati sulle novità in tempo reale.

Il motivo principale che spinge gli over 60 ad affacciarsi al mondo degli smartphone e affini, ce lo suggerisce Vilma Scarpino, amministratore delegato di Doxa: il desiderio primario è quello di sentirsi se stessi, condividere le proprie esperienze con le persone a loro vicine e provare sensazioni diverse da quelle del passato. Quest’antitesi col passato è ciò che li rende principalmente entusiasti delle innovazioni tecnologiche.

L’ondata di novità è però perfettamente conciliabile con la vita lontana gli schermi: infatti nonostante questo, i senior continuano a praticare attività fisica, a passare del tempo con gli amici e a svolgere di persona i loro compiti quotidiani, come andare alla posta o a fare la spesa.

In conclusione, quello che emerge da questa indagine è come la società sia in continua evoluzione.

L’avvicinamento dei senior al mondo della tecnologia rappresenta dunque un valore aggiunto, a patto che non costituisca un ostacolo alla vita reale, ma al contrario fornisca uno strumento per conoscere il mondo.

Foto lastampa

Related Articles

Close